Mbappé, sfida al mito: “Cristiano Ronaldo una leggenda”. Poi cita Pogba

Al via nella giornata di domani i quarti di finale di Euro 2024. Tra le sfide pià affascinanti, senza dubbio, quella tra Francia e Portogallo. Finaliste nell’edizione del 2016 e sfidanti anche ad Euro 2020, la gara tra Bleus e la Seleção das Quinas vedrà di fronte due fuoriclasse: Kylian Mbappé e Cristiano Ronaldo. E proprio il francese, neo calciatore del Real Madrid, non ha lesinato elogi per CR7 alla vigilia del match.

Mbappé, elogi a CR7: “Leggenda!”. E su Pogba…

Ho l’opportunità di iniziare il mio sogno di giocare per il Real Madrid, spero di scrivere la storia del club. Ma la storia di Cristiano al Real è irripetibile, spero di poter fare anche io qualcosa di unico. Per lui ho solo elogi. Siamo sempre in contatto, è una leggenda di questo sport: mai nessuno potrà essere come lui“. Così Mbappé nella conferenza stampa della vigilia: d’altronde non è un mistero che il suo idolo sia sempre stato l’attaccante portoghese. Famosissimo lo scatto di un Kylian in tenerà età nella sua cameretta con i poster di Ronaldo, o anche la foto scattato da ragazzino sempre con CR7. Domani i due si troveranno l’uno di fronte all’altro, con Mbappé che si ritroverà anche, in qualche modo, ad essere erede del portoghese con la camiseta blanca. Per Mbappé, però, Cistiano resta insuperabile.

A proposito di ex Real Madrid, Mbappé si ritroverà di fronte Pepe, autore di uno splendido Europeo all’età di 41 anni: “Non è facile giocare contro di lui, rispetto quello che ha fatto in carriera al Real Madrid. Essere titolare nella Nazionale a questa età è incredibile. È un onore per me giocare contro giocatori così“. Poi, alla domanda per cui non attacca più la profondità come prima, arriva una risposta chiara, e in cui cita… Paul Pogba, recentemente in visita alla nazionale francese e di cui Mbappé, evidentemente, in campo sente la nostalgia: “Un attaccante deve sempre adattarsi ai suoi compagni. Prima, ad esempio, avevamo Paul Pogba: potevo correre alla cieca e lui mi trovava. Ora devo adattarmi ad una situazione differente“. A parlare in conferenza, non solo Mbappé, ma anche il ct della Francia Deschamps

Deschamps su CR7-Mbappé, Rabiot e Thuram

A poche ore dalla sfida decisiva contro il Portogallo, il commissario tecnico francese Didier Deschamps ha presentato la sfida in sala stampa. Inevitabile, ovviamente, la sfida tra Mbappé e Ronaldo: “Sono entrambi fuoriclasse ma con età differenti. Entrambi, però, possono sovvertire le sorti dell’incontro da un momento all’altro. Tutt’e due le squadre hanno calciatori che possono fare la differenza: c’è tanta qualità“. Poi si focalizza proprio su CR7: “Ha le grandissima qualità di vincere, di esser decisivo, di fare sempre gol, e ce le avrà sempre. Anche se ora è più in là con gli anni, resta un grandissimo avversario“.

Nella Francia mancherà Rabiot: “Ho diverse opzioni per sostituirlo, ma ora non è il momento di parlarne“. Sulle critiche ricevute da Thuram, invece: “Non sono qui per giudicare quanto dite o scrivete voi giornalisti. La cosa importante è ciò che dico ditrettamente ai calciatori“. Infine sul gioco della Francia che non ha entusiasmato: “Ovviamente ci sono persone che non sono molto contente, ma ho visto gente felice dopo l’ultima partita, che è stata molto tattica. È più emozionante vincere 5-4, ma il calcio non è sempre vincere 5-4. Le critiche hanno sempre fatto parte della mia vita quotidiana, da giocatore e allenatore. In questa fase ci sono, ma ciò non mi impedisce di vivere la mia vita molto bene, con calma e serenità“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Calciomercato Lazio News/ Il Manchester United abbassa le pretese per Greenwood (4 luglio 2024) Successivo Baggio oltre la paura: il messaggio social è da brividi

Lascia un commento