Mbappé e l’insulto, la verità di Luis Enrique: “Ho 53 anni, vorrei solo…”

Dopo il caso scoppiato nel post partita di Marsiglia-Psg, con il presunto insulto di Kylian Mbappé a Luis Enrique dopo l’ennesima sostituzione, l’allenatore spagnolo ha voluto fare chiarezza sull’argomento. L’ex Barcellona ne ha infatti parlato in conferenza stampa alla vigilia della semifinale di Coppa di Francia contro il Rennes, rispondendo a tutte le domande dei giornalisti e facendo il punto sul suo rapporto con il fuoriclasse francese.

Psg, Luis Enrique: “L’insulto di Mbappé è solo una bugia”

Al momento della sostituzione durante Marsiglia-Psg, ultima partita di Ligue 1 terminata 2-0 per i parigini, Kylian Mbappé è stato immortalato dalle telecamere durante un presunto insulto rivolto a Luis Enrique. Pare infatti, dalla ricostruzione del labiale, che abbia detto “Hijo de p**a (figlio di p*****a ndr)”, guardando verso la propria panchina. Una versione a cui Luis Enrique sembra non credere minimamente: “È curioso vedere come una bugia possa generare tutte queste cose. Qualcuno si è inventato un insulto e da lì sono partite speculazioni di ogni genere. Io sono contento di Kylian che si sta comportando molto bene, tutto il resto non mi interessa. Penso solo a dare il meglio per la squadra. Se era visibilmente arrabbiato al momento del cambio? Ho 53 anni, ho molta esperienza in queste cose”.

Psg, Luis Enrique: “Con Mbappé vorrei solo che finisse bene”

Lo spagnolo ha quindi parlato del futuro dell’attaccante francese, in scadenza e sempre più vicino al Real Madrid: “Vorrei solo che finisse meravigliosamente bene per il Psg e per Kylian. Siamo tutti sulla stessa barca e ora pensiamo alla Coppa di Francia. La finale è ad un passo e raggiungerla è un grande stimolo, quindi mi aspetto dai ragazzi una grande prestazione“. Il Psg, dopo aver già conquistato la Supercoppa nella finale giocata a gennaio contro il Tolosa, è infatti ancora in corsa per tutte le competizioni, con un vantaggio di 12 punti in Ligue 1 sul secondo posto e con i quarti di finale di Champions League da giocare contro il Barcellona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Giudice sportivo, un turno di stop per N'Dicka: salta il derby Roma-Lazio Successivo Aston Villa, Emery elogia Zaniolo: "Qualcosa è cambiato"

Lascia un commento