Mazzarri: “Persi due punti da soli, il Cagliari non è sereno. Non parlo del lavoro di Semplici”

Il pareggio di Busio ha scombussolato i piani di Mazzarri e del Cagliari ancora a secco di vittorie in campionato. All’Unipol Domus finisce 1-1.

Walter Mazzarri ha parlato al termine di Cagliari-Venezia ai microfoni di Sky: “Ci ha condannato un errore evitabile. Io ho cercato di portare ottimismo. Abbiamo cercato di schiacciarli lì, si è fatto un pressing che poteva essere più produttivo. La squadra non è serena e bisogna che siano più tranquilli. Quando vai in vantaggio devi gestire meglio la palla. Andava chiusa prima, anche un po’ di fortuna avrebbe dato serenità. Oggi ci voleva il risultato ma oggi paghiamo tutto. Peccato che durante la sosta partiranno in tanti. Cambi? Ceppitelli, Dalbert, Walukiewicz avrebbero fatto comodo”.

Alla vigilia il tecnico aveva detto di non voler guardare la classifica: “Manca un regista? Marin può giocare anche davanti alla difesa. Se tutti gli effettivi sono a disposizione faremmo meglio. Bisogna aspettare un po’ per capire cosa serve e cosa no. Godin e Strootmann avrebbero bisogno di tempo per trovare la forma. Il lavoro di Semplici? Non voglio parlare di chi c’era prima. Nei primi minuti della ripresa hanno creato dei pericoli ma dopo no e forse noi potevamo fare il 2-0, fra cui il palo di Marin. Abbiamo perso due punti da soli: con un po’ di esperienza, a due dalla fine, si poteva portare a casa”.

Precedente Serie D: domani venti anticipi Successivo Cagliari, la prima vittoria non arriva. Il Venezia pareggia nel finale

Lascia un commento