Mazzarri: “Il Cagliari ha fatto progressi. Tanti recuperati, dobbiamo crederci”

In vista della gara con la Salernitana il tecnico dei sardi ha rilasciato le proprie dichiarazioni rispondendo alle domande dei giornalisti:

“Non voglio dare vantaggi agli avversari per cui domani deciderò la formazione. Dall’ultima gara ho visto l’atteggiamento giusto, abbiamo dato l’anima creando occasioni nel finali. Non ci siamo accontentati, avevo chiesto più coraggio e l’ho visto. Domani dobbiamo crederci, essere più attenti in fase difensiva. Spero di vedere la squadra che ha giocato contro il Sassuolo. Noi prepariamo la partita nelle due fasi, quello che facciamo negli allenamenti deve essere rivisto in campo. Non dobbiamo pensare al risultato. Se dovessimo essere in vantaggio durante il match non dobbiamo allentare la presa perché potremmo pagarla cara.

Non guardo la carta d’identità dei giocatori, punto sulle loro capacità. Gli allenamenti mi fanno capire tanto e Grassi ne è uno esempio. Il campionato italiano ha ritmi alti, anche le squadre neopromosse vanno a mille. Se vogliamo uscire da questa situazione anche noi dobbiamo iniziare a cambiare registro. Il calcio moderno chiede un’intensità importante. I secondi tempi devono essere giocati come il primo ed anche meglio.

Pavoletti? Intanto prova e vediamo  come va. La cosa positiva è che qualcuno l’ho recuperato. Strootman? Si è allenato bene. Bellanova? E’ un ragazzo che se tiene la testa sulle spalle può fare una grande carriera. Non deve montarsi la testa. Penso appunto che i cambi mi aiuteranno, col Sassuolo i giocatori freschi hanno  fatto la differenza. Spero rientrino tutti. Joao e Keita sono due giocatori importanti. Da quest’ultimo pretendo un po’ di più, quando avrà trovato la condizione migliore sono sicuro che farà grandi cose.

I ragazzi della primavera? Non vedo l’ora di poterne visionare qualcuno. Zappa, Bellanova, Marin, Grassi comunque sono tutti molto giovani. Non dobbiamo però sottovalutare l’esperienza. Quando sarà il momento spero di poter fare esordire qualcuno del settore giovanile.

La Salernitana? Ho visto la loro ultima gara e credo che con la Samp se avesse sfruttato tutte le occasioni avrebbe portato a casa un altro risultato. L’allenatore è forte. Noi dobbiamo cercare di fare nostra la partita, ma senza sottovalutare nulla. Pensiamo a domani e facciamo una finale importante.

Sul mercato? Non è ancora aperto, non voglio pensarci. Voglio dare fiducia ai miei giocatori. Io spero di non perdere nessuno di loro, la loro testa deve essere concentrata. A gennaio si parlerà di tutto.

Il Cagliari di oggi ha fatto progressi, non è lontano dal mio concetto di gioco. La crescita col Sassuolo c’è stata, siamo stati aggressivi e messo in difficoltà l’avversario. Potevamo avere qualche punto in più ma comunque sono ottimista”.

Precedente Ezio Rossi si emoziona: "Messias non sognava più. Lo inseguii tre mesi..." Successivo Bologna verso lo Spezia: De Silvestri differenziato

Lascia un commento