Mazzarri: “Cagliari solido, abbiamo fatto una buona partita”

NAPOLI – Nel post-partita di Napoli, Walter Mazzarri appare molto più sollevato rispetto a qualche giorno fa. La sconfitta ptita dal suo Cagliari con l’Empoli ha lasciato un sapore decisamente più amaro nella bocca del tecnico rispetto al ko subìto coi partenopei: “Affrontavamo la migliore squadra del campionato – ha sottolineato il tecnico rossoblù ai microfoni di Dazn – la più forte del momento per di più in grande stato di forma: basta vedere che nelle ultime partite ha fatto tanti gol a tutti. Partendo da questi presupposto dico che il Cagliari ha fatto una grande partita in difesa concedendo poco, ma anche in attacco. In avanti è mancata la concretezza perché abbiamo avuto l’occasione di andare in vantaggio e, al contempo, non abbiamo concesso nulla ad una vera e propria macchina da guerra. O comunque molte meno occasioni rispetto a quelle che il Napoli si è costruito nelle scorse gare. Sul primo gol – ha proseguito – abbiamo sbagliato la marcatura: se il primo tempo fosse finito 0-0 nessuno avrebbe avuto nulla da ridire. Nel secondo tempo ci preparavamo all’assalto finale, abbiamo controllato la partita ma il rigore concesso ci ha tagliato le gambe. Secondo me abbiamo fatto una bella partita, anche se non grandissima. Siamo stati solidi, non come con l’Empoli, dove eravamo mancati nelle ripartenze e nel gioco. Se non abbiamo saputo creare tante occasioni, comunque, va dato anche merito alla grande squadra che avevamo davanti“.

Il Napoli non si ferma più: Osimhen e Insigne stendono il Cagliari

Guarda la gallery

Il Napoli non si ferma più: Osimhen e Insigne stendono il Cagliari

“Nandez? Lo convincerò a giocare più dentro al campo”

Dunque secondo il tecnico toscano il Cagliari va via da Napoli con il bicchiere mezzo pieno: “I ragazzi sentono la fatica della fine dello scorso campionato, l’inizio di quello attuale, del cambio dell’allenatore. Nonostante questo – ha assicurato Mazzarri – continuando così possiamo giocarcela con i prossimi avversari, ovvero il Venezia. Siamo stati compatti, avanzando fino a 10-15 metri dalla nostra area di rigore. Ma era studiata come cosa, altrimenti Osimhen sarebbe diventato devastante come nelle precedenti gare. Abbiamo concesso poche occasioni pulite per il Napoli: anzi, è stato Deiola ad avere la prima occasione vera della partita. Ora però dobbiamo guardare avanti“. Per fare il salto di qualità necessario per raddrizzare la situazione di classifica, Mazzarri ha bisogno di tutti i suoi uomini di maggiore qualità. A partire da Nandez:”Doveva essere ala destra ed entrare poi in mezzo al campo – ha spiegato – per far valere la sua tecnica, ma il Napoli era molto compatto e gli ha concesso poco spazio. Con la Lazio ha avuto più occasioni, anche se gli ho già detto che a me lui piace più dentro al campo. Per il momento, però, vuole stare con i piedi sulla riga: lasciatemi il tempo di parlarci e di convincerlo“.

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente Napoli, Spalletti: "Dobbiamo crescere, quest'anno abbiamo già perso una volta" Successivo Zielinski: "Scudetto? Un sogno per tutta Napoli. Spalletti è un grande"

Lascia un commento