Mayoral si è preso la Roma, e 50 anni dopo va a caccia di un record

All’attaccante giallorosso manca un centro per raggiungere il bottino di reti a marca iberica del club. In assenza di Dzeko, sarà lui a guidare la squadra

C’è uno spagnolo che ha lasciato il segno nella Roma negli anni Sessanta, diventandone anche il capitano per un paio di stagioni. E c’è un altro spagnolo che, invece, sta cercando di lasciare molto più di un segno, quasi una traccia per il futuro. Riuscendo magari a diventare anche più importante di chi l’ha preceduto. Quello dell’epoca era Joaquin Peirò, quello di oggi è Borja Mayoral. A distanza di oltre cinquanta anni si contendono il titolo di re di Spagna a Roma. O, meglio, Mayoral lo insidia ormai da vicinissimo ed è pronto a prenderselo già al prossimo giro di posta.

La scalata

—  

Dei 14 spagnoli che hanno indossato la maglia della Roma, uno solo è riuscito ad andare in doppia cifra. Ed è proprio Peirò che, tra l’altro, fu anche il primo spagnolo ad indossare la maglia della Roma (dal 1966 al 1970, dopo aver giocato con Murcia, Atletico Madrid, Torino e Inter). Peirò andò in doppia cifra alla sua terza stagione, con dieci gol, di cui sei in Coppa Italia, trofeo che di fatto consegnò nelle mani dei giallorossi. Ora Mayoral, con il gol segnato ieri sera al Verona, è ad un solo gol di distanza, essendo già arrivato a quota 9. Che, poi, è anche il suo record stagionale in prima squadra (eguagliato il bottino con il Levante della scorsa stagione, nel 2016 segnò 15 gol ma con il Real Madrid B). E con almeno 20 partite ancora da giocare (le altre 18 di campionato e le almeno due di Europa League contro lo Sporting Braga) è facile pensare che Borja possa non solo raggiungere Peirò, ma anche superarlo, diventando lo spagnolo capace di segnare più reti in una stagione nella storia della Roma. Un piccolo titolo di re di Spagna nella Capitale. Che, poi, Mayoral proverà a prendersi già sabato prossimo, in casa della Juventus, quando dovrebbe essere ancora lui a guidare l’attacco giallorosso. Anche con il probabile reintegro di Dzeko in rosa, infatti, per la partita contro i bianconeri Mayoral resta il favorito. E lì andrà già a caccia di Peirò. Per fare la storia, sua personale e della Roma.

Precedente Novara, Moreo in prestito dal Cosenza Successivo Gattuso, il giorno dopo. Napoli è spaccata: quanto durerà? Intanto, ADL...

Lascia un commento