Mauro: “La Juve è già la favorita per lo scudetto. Ma Ronaldo…”

“Il portoghese è troppo costoso – spiega l’ex bianconero – anche se non può essere considerato un fastidio. La squadra è già la più forte grazie all’aumento di capitale da 400 milioni”

Massimo Mauro ha letto le notizie degli ultimi due giorni ed è sicuro: siamo solo alle prime 24 ore stagionali ma la Juventus è di nuovo favorita per lo scudetto.
Allegri per Pirlo, Hakimi già lontano dall’Inter, ora questa ristrutturazione della Juve. È presto, ma siamo al contro-sorpasso tra le due grandi?
“La Juventus è già la più forte perché la proprietà può programmare un aumento di capitale da 400 milioni. John Elkann sa quale valore abbia la Juve”.

Un’opinione sulla scelta di Arrivabene?
“Mi pare la persona giusta al posto giusto. Alla Juve o sei un numero 1 oppure non vai”.
Al primo giorno si è parlato di Dybala e Cristiano Ronaldo. Li terrebbe?
“Ronaldo no, è troppo costoso. Chiaro che non può essere considerato un fastidio, come in certi momenti è sembrato essere per Sarri, però è evidente come sia necessario adeguare la squadra, quando c’è lui in rosa. Per me dopo tre anni con Cristiano è giusto cambiare”.
E Dybala? Se è al massimo, può essere l’attaccante più forte d’Italia, al netto di CR7?
“No, l’attaccante più forte resta Lukaku. Mi rendo conto che non è possibile, ma il mio reparto ideale avrebbe Dybala, Lukaku e Morata. I primi due titolari e Morata come cambio di entrambi. Perfetti”.
Che cosa le piace di Dybala?
“Il fatto che migliora i compagni e può giocare con tutti. Anche il tris con Ronaldo e Morata ovviamente è una garanzia, per il campionato italiano”.
E che cosa non le piace?
“L’ultimo anno non mi è piaciuto. Ora basta parole, deve segnare 25 gol ed essere decisivo”.
Un’ultima domanda sull’Europeo, al netto delle logiche speranze azzurre. C’è qualcosa che l’ha colpita?
“Sì, il gesto di inginocchiarsi. Mi piacerebbe che l’Italia lo facesse stasera… e mi sarebbe piaciuto vederlo anche contro l’Austria, non solo per solidarietà con il Belgio”.

Precedente Con Allegri Chiesa corre verso destra. Tutte le soluzioni possibili Successivo PRONOSTICI EUROPEI 2020/ Previsioni e quote: spagnoli gran favoriti! (quarti)

Lascia un commento