Mauritania-Gambia e altre “note stonate”: quando l’inno sbagliato fa notizia

Sono già diversi, gli episodi curiosi avvenuti in questi primi giorni di Coppa D’Africa. Ma quello più clamoroso forse si è verificato nel pre-partita di Mauritania-Gambia, quando, con le formazioni schierate in campo, non è stato suonato l’inno nazionale della Mauritania, ma una traccia sbagliata. Dopo due tentativi falliti di diffusione dell’inno della squadra africana, lo speaker ha chiesto ai giocatori della Mauritania di cantarlo “a cappella”. Una scelta che ha provocato non poco disappunto fra i calciatori. Ma non è la prima volta che si verificano “incidenti diplomatici” nell’esecuzione degli inni prima delle partite. CONTINUA→

Precedente Sheva sfida il suo Milan, ma c’è aria di addio. Genoa, è pronto Labbadia Successivo Il ciclo dell'Inter è davvero cominciato. Quello della Juve ormai si è chiuso

Lascia un commento