Masolin: “La mia nuova vita è la Champions”

Dopo anni di F1, è il volto di Sky per la coppa. “Seguo il calcio da sempre, il mio idolo è Del Piero”. Che sarà in studio con lei. Anche se la prima volta a San Siro ci è andata per Gullit. “E pretesi il cappellino con le trecce”

Nasce tutto da lì, da un pomeriggio milanese di inizio autunno. Una bambina di 4 anni, con una mano in quella del papà e l’altra che stringe una Barbie, sale le scale di San Siro per sbucare davanti a quel verde unico, quelle tribune che le devono sembrare immense, quei campioni di cui aveva sentito parlare. “Era il Milan di Gullit e Van Basten. Avevo preteso il cappellino con le treccine, il cuscino che si apriva da mettere sui gradoni. Mi sembrava una grande festa, piena di gente che si divertiva, il baccano non mi faceva paura. Stavo seduta con la mia bambola di fianco, un maschiaccio lo sono diventata dopo…”. Il tempo ha fatto il suo giro e chiuso il cerchio: martedì prossimo quella bambina, che si chiama Federica Masolin e nel frattempo ha percorso la sua strada professionale e umana, inizierà l’avventura come nuovo volto di Sky per la Champions League. Dopo tanti anni di F.1, è di nuovo il momento del calcio. 

Precedente La "soap opera" di Allegri fa impazzire i tifosi: "La miglior giocata degli ultimi due anni" Successivo Roma, massima attenzione a Lukaku e Dybala: il piano anti-infortuni studiato da Mourinho