Marrucco: “Napoli, hai già perso lo scudetto. Manolas allucinante”

I passi falsi con il Sassuolo in trasferta, l’Empoli e lo Spezia in casa hanno rallentato il passo da primato del Napoli, che ora ha un ritardo in classifica dall’Inter capolista di sette punti. E la prima del 2022 contro la Juve sarà subito una sfida dal grande valore tecnico, decisiva per non perdere troppo terreno dal treno di testa. “Purtroppo sono d’accordo quando si dice che il Napoli abbia perso lo scudetto. Tipi di partite come quella contro il Sassuolo e le due sconfitte casalinghe sono allucinanti, ha dichiarato a Radio Punto Nuovo l’agente Fulvio Marrucco, commentando proprio le battute d’arresto della squadra di Spalletti.

Napoli, Spalletti beffato da un autogol di Juan Jesus: colpaccio Spezia

Guarda la gallery

Napoli, Spalletti beffato da un autogol di Juan Jesus: colpaccio Spezia

“Con i bravi ragazzi non si vince”

“Una squadra normale perde o pareggia a Milano ma vince queste due partite. È il modo di affrontare questo tipo di partite che fa la differenza, vanno giocate con cattiveria dal primo minuto. Questa cosa non avviene da tanti anni. Il Napoli è una squadra estremamente particolare formata da bravi ragazzi che vanno avanti fino ad un certo punto, quando ti giochi la vita la perdi”, ha aggiunto Marrucco.

“Vicenda Manolas allucinante”

“Quello che appare come al solito misterioso nelle situazioni del Napoli è la fuga di Manolas. Si poteva aspettare fino al 10: esce uno, entra un altro. Trovo questa vicenda allucinante. Non è possibile farlo partire non avendo già in casa il terzo difensore, con Koulibaly in Africa. Mi auguro che il nuovo anno porti via la pandemia, bisogna ricominciare a vivere. Auguro al Napoli un posto in Champions League e un progetto chiaro. Da capire se in questo progetto ci sarà Ghoulam”, ha concluso.

Pagelle Napoli: i migliori e i peggiori del match

Guarda la gallery

Pagelle Napoli: i migliori e i peggiori del match

Precedente Colpaccio di fine anno del Profeta! Successivo Covid, Israel positivo: 12° caso nella Juve U23

Lascia un commento