Marotta: “Spero la vicenda Pogba sia di monito ad altri calciatori. Derby affascinante”

L’a.d. dell’Inter: “Lautaro un campione, sarà un derby di grande fascino contro il Milan. Dimarco? Giusto prolungare il suo contratto”

Beppe Marotta non si sbilancia: “Inter favorita nel derby? Siamo solo all’inizio…”. Tradotto: calma. C’è ancora molta strada da fare. L’amministratore delegato nerazzurro, trai i premiati del premio Gentleman 2023, ha parlato così della sfida contro il Milan di sabato, delle prospettive dell’Inter in Serie A e anche di Paul Pogba, acquistato a parametro zero ai tempi della Juve. “Mi dispiace per quello che gli è successo. Non entro nel merito, ma è un grande professionista. È stata una casistica sfortunata, Paul è un ragazzo serio ma dico anche che c’è leggerezza da parte dei giocatori. Leggo sui giornali che se ha preso qualcosa, sia stata presa involontariamente. Spero questa vicenda sia di monito a tanti ragazzi”.

DERBY

—  

Queste le parole dell’a.d. sul derby: “Come squadra abbiamo autorevolezza, un mix di giovani ed esperti. A distanza di due anni, il lavoro di Inzaghi sta dando i suoi frutti. Il derby ha sempre il suo fascino, speriamo sia una bella partita. Il dualismo che c’è ed è storico. Per lo scudetto ci sono sempre le solite, ma non vanno dimenticate Juventus, Atalanta, Lazio e Roma”. Due parole anche sulle discussioni sul rinnovo di Federico Dimarco, anche lui tra i premiati della serata: “Prolungamento giusto, ha un senso di appartenenza molto forte. Se lo merita, intavoleremo una discussione per rinnovare l’accordo”. Capitolo Lautaro, il capitano: “Merita questa responsabilità. È cresciuto molto, parliamo di uno dei nostri veri protagonisti della squadra. Pur essendo ancora giovane, potrà dimostrare di migliorare sempre più. È un campione”. L’ultima battuta è riservata all’Arabia Saudita e al mercato arabo. “L’estate è stata difficile, le conseguenze di questo fenomeno non si riescono a capire ancora. Ha sconvolto il mercato europeo. È un vantaggio economico, quello sì, ma ha fatto perdere qualità ai club europei”.

Precedente Parata di stelle al Gentleman: con Leao, Calabria e Dimarco è clima derby Successivo Dia è ancora in Francia, la Salernitana per ora lo aspetta

Lascia un commento