Marotta: “Inter, mai capitata un’esperienza così. Quando sono arrivato…”

“La seconda stella è un nostro obiettivo storico e siamo concentrati su questo. Se arrivasse stasera sarebbe la ciliegina sulla torta. Ma come ha detto il mister, non siamo ossessionati ma determinati a fare una grande prestazione e ottenere un grande risultato”. Sono le parole di Beppe Marotta nel pre-partita che potrebbe anticipare il raggiungimento di uno storico traguardo per il club nerazzurro.

“Mai capitato di vincere uno scudetto in questo modo”

“Se sono emozionato? Ormai sono vecchio. Però non mi è mai capitato di poter vincere lo Scudetto in queste circostanze. Per cui è emozionante – ha dichiarato l’ad dell’Inter ai microfoni Dazn – . Inzaghi era nel mirino di tanti dirigenti, alla Lazio aveva dimostrato di essere uno dei giovani allenatori che stava crescendo. Fu una scelta collegiale, una nottata piena di insidie perché Claudio Lotito si arrabbiò. È normale però che dopo tanti anni un tecnico cambi. Con Lotito abbiamo chiarito. Inzaghi ha dimostrato di essere un allenatore vincente. Non è poco”.

L’amore dei tifosi? Nella sua storia il pubblico è sempre stato attore protagonista dell’Inter, ricordo i trionfi straordinari del passato. Anche questa generazione di tifosi ha una grande carica e una grande fede, questi sono grandi valori che se trasmetti agli altri danno grandi motivazioni. Se i ragazzi riescono a inculcare questi valori è un orgoglio per tutta la società”.

La testa alla Champions e al Mondiale per Club

“Questo ciclo è iniziato da poco, abbiamo voglia di ottenere risultati importanti e consoni alla storia del club. Penso alla Champions League e anche al Mondiale per Club. L’Inter è tornata nel suo palcoscenico abituale ed è un orgoglio. Non immaginavo un percorso così bello e ricco di vittorie, è stata una pagina inaspettata per me. Ho trovato un habitat bello, dove c’è grande professionalità. Da Conte a Inzaghi abbiamo sempre trovato una società molto forte e con Ausilio, Baccin e Zanetti abbiamo creato un modello. Di queste cose la squadra non può che trarre giovamento”, ha concluso Marotta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Casini, dura replica alla Roma: "Sono sorpreso, Lega sempre disponibile" Successivo Maraia elogia il Pontedera: "Bravissimi. Perretta? Meriterebbe delle possibilità"