Mario Rui carica il Napoli: “Ci danno per spacciati? Sarà uno stimolo in più”

La preparazione estiva del Napoli volge al termine. L’amichevole di sabato contro l’Espanyol chiuderà il ritiro di Castel di Sangro e, dopo due giorni di riposo, immetterà alla settimana tipo, quella che precede gli impegni di campionato.

Napoli, via al conto alla rovescia verso Verona

La prima giornata vedrà la squadra di Spalletti impegnata sul campo del Verona, avversario che, affrontato all’esordio, non può che far scattare dolci ricordi ai tifosi azzurri, dato che proprio al Bentegodi 37 anni fa iniziò l’epopea napoletana di Diego Armando Maradona. Tempi lontani e a proposito di bandiere la squadra in questa estate ne ha perse tante: gli addii di Koulibaly, Insigne e Mertens hanno tolto alla squadra qualcosa sul piano dell’esperienza, ma i sostituti non hanno alterato la qualità dell’organico.

Acquisti, cessioni e probabili formazioni: il calciomercato cambia la Serie A FOTO

Guarda la gallery

Acquisti, cessioni e probabili formazioni: il calciomercato cambia la Serie A FOTO

Mario Rui: “Siamo più giovani, non meno ambiziosi”

A pensarla così è Mario Rui. Intervistato da Sky Sport, l’esterno portoghese, ormai uno dei leader dello spogliatoio del Napoli, ha affermato che proprio il ringiovanimento della squadra rappresenterà uno stimolo per cercare quantomeno di ripetere i risultati della scorsa stagione: “Quello di quest’anno è un Napoli molto più giovane, ma con le stesse ambizioni della scorsa stagione. Siamo arrivati terzi, vogliamo migliorarci sempre e l’obiettivo è restare lì davanti in campionato e in Champions è superare la fase a gironi. Molta gente ci da già per spacciati, questo sarà uno stimolo in più per fare meglio”.

“Spalletti sa come stimolarci”

A proposito di giovani, l’ex romanista dovrà quest’anno affrontare la concorrenza di Mathias Olivera, che potrebbe strappargli il posto da titolare sulla fascia sinistra difensiva, che, sempre in tema di bandiere, ha perso Faouzi Ghoulam, che ha lasciato il Napoli a scadenza di contratto come Insigne e Mertens. Rui però non sembra preoccupato ed in attesa delle gerarchie che detterà il campo elogia la mentalità di Spalletti: “Conosco il mister da un po’ di anni e non è mai cambiato. Ogni giorno ci stimola dicendo di provare a portare a casa un trofeo”.

Insigne, lo sfottò dei tifosi americani diventa virale: "Dov'è il tuo mondiale?"

Guarda il video

Insigne, lo sfottò dei tifosi americani diventa virale: “Dov’è il tuo mondiale?”

Precedente Torino, ecco Ilkhan: iniziate le visite mediche Successivo Roma, Wijnaldum a Villa Stuart per le visite mediche. Poi a Trigoria per firmare

Lascia un commento