Marino: “Bari, ad aprile divento nonno e andiamo ai playoff”

Il tecnico esperto e una piazza che mugugna “Il mercato ci lancia, abbiamo tutto per farcela. Non dobbiamo avere paura di vincere”

Q uando sabato ad Ascoli ha rivisto Fabrizio Castori, sul volto di Pasquale Marino è spuntato un sorriso. Doveva andare con lui a una cena tra allenatori a Trapani, il 9 ottobre scorso, ma all’ultimo ha dovuto rinunciare: proprio quel giorno l’aveva chiamato il Bari. E dopo 22 mesi senza una panchina non vedeva l’ora di partire.

Precedente Fifa in lutto per Gigi Riva, bandiere a mezz'asta a Zurigo Successivo Uova, galline, formaggi e salumi come premi: quando Riva giocava a Laveno Mombello