Marchisio: “Juve, vinci e arrivi al 6 in pagella. Lo scudetto è un rimpianto”

L’ex mezzala: “La squadra ha difetti, ma se avesse battuto l’Inter nello scontro diretto… Vlahovic crescerà, Dybala decisivo”

Rispetto a quando era in campo, sono aumentati i tatuaggi e i muscoli, con spalle da centravanti di sfondamento. Il legame con la Juventus non è più ufficiale, ma non si è certo affievolito. Le “statistiche” dicono che ha due anni meno di Chiellini e le stesse vittorie in Coppa Italia di Allegri, due che oggi dovranno evitare che l’annata si chiuda senza titoli: evento che a Torino non si verifica dal 2011, quando Claudio Marchisio era appena alla terza stagione di A in maglia bianconera.

Precedente Liverpool, tre punti in rimonta contro l'Aston Villa di Gerrard: aggancio al City Successivo Top e flop della 36ª di A: Tonali e Lautaro, i re di Milano. Male Kean e De Sciglio

Lascia un commento