Maradona, ricompare il Pallone d’oro perduto: “Tracce di graffi, manca una cosa”

Il Pallone d’Oro perduto, vinto da Diego Armando Maradona, è stato ritrovato dopo 35 anni. Il trofeo, vinto dal Diez come migliore giocatore del Mondiale in Messico nel 1986, verrà venduto il 6 giugno al miglior offerente. Il suo valore è stimato tra i 12 e i 15 milioni di euro.

Pallone d’Oro di Maradona, tutti i dettagli

Il Pallone d’Oro di Maradona è stato ritrovato il 28 gennaio 2016 dal franco-argentino Abdelhamid B, ex gallerista appassionato di aste. Solamente il 2 aprile la sua autenticità è stata confermata. Emergono dettagli interessanti: ci sono tracce di graffi, mentre manca la targhetta. Si tratta di un vero e proprio pezzo di storia del calcio, “forse il più bello da mettere all’asta” come si legge sul sito di riferimento. Si tratta di una collezione privata, l’altezza è di 28 centimetri, il diametro di 15,86 centimetri, è in lega oro rame con incisioni nere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Dani Alves in vacanza, bufera social: la moglie cancella una foto Successivo Juve-Roma femminile diretta playoff Serie A: miracolo di Ceasar LIVE

Lascia un commento