Maradona, nella statua il pallone finisce sul piede sbagliato

NAPOLI – Continuano a creare problemi le statue di Maradona. Le ultime finite nel mirino della critica – sebbene ancora debbano essere inaugurate – sono quelle realizzate da Domenico Sepe e Stefano Ceci, quest’ultimo ex manager del Diez.

Il Napoli ricorda Maradona: l'esordio della maglia speciale

Guarda la gallery

Il Napoli ricorda Maradona: l’esordio della maglia speciale

Il piede sbagliato

Nel primo caso è stato commesso l’errore di posizionare il pallone sul piede destro invece che sul sinistro, un’anomalia che i puristi hanno ovviamente condannato. Le prime immagini di questa opera, però, erano solo quelle di un calco di argilla e cera, ancora da rimodellare, che non presentava il rivestimento in bronzo. L’autore ha quindi avuto modo di spostare il pallone sul piede destro (oltre a sistemare pure altri dettagli). La statua, adesso completa, sarà posizionata in Via Marino, nei Distinti, poi sarà probabilmente spostata: “È l’omaggio del Comune alla città, al popolo di Napoli e al suo campione più rappresentativo. Sono tifosissima del Napoli e Maradona è stato il mio grande idolo, come di tutti i napoletani. Ho voluto fortemente portare avanti questo progetto perché Diego appartiene a tutto il popolo e per questa ragione la statua sarà posizionata all’esterno dello stadio che porta il suo nome“, ha detto l’assessore allo Sport Emanuela Ferrante.

La statua di Maradona di bronzo: è a grandezza naturale

Guarda la gallery

La statua di Maradona di bronzo: è a grandezza naturale

Diritti d’immagine

Per quanto riguarda l’altra statua, quella ideata da Stefano Ceci, le critiche provengono dagli eredi di Maradona, in quanto non coinvolti nel progetto (e non consultati per i diritti d’immagine). L’iniziativa dell’ex manager di creare una statua a grandezza naturale di Diego risale però al 2017 e sarebbe stato lo stesso ex giocatore del Napoli a chiederne la realizzazione – il calco della mano de Dios e del piede sinistro sono originali, cioè sono veramente i suoi – dopo aver ottenuto la cittadinanza italiana: “Domani la statua di Diego sarà pronta e domenica, intorno alle ore 14, arriverà a Napoli. Ci saranno sia Gianni Infantino, presidente della Uefa, che il presidente Aurelio De Laurentiis. La statua avrà le misure reali di Diego, ossia 1,67 metri, a cui hanno lavorato ben 12 persone compreso me“, ha spiegato Ceci.

Statua di Maradona, De Laurentiis a Nola per l'ultima colatura di bronzo

Guarda il video

Statua di Maradona, De Laurentiis a Nola per l’ultima colatura di bronzo

Precedente "United, Valverde in pole per il dopo Solskjaer: contratto fino a giugno" Successivo Champions, che intrecci nel Girone G: e torna alla mente un precedente "italiano"

Lascia un commento