Mandorlini: “Inzaghi? L’Inter non è la Lazio, sono molto curioso”

Il grande ex nerazzurro, reduce dall’esperienza al Padova, sul nuovo corso: “Penso Simone sia pronto. Mourinho? Il migliore di tutti, dagli interisti non verrà mai considerato effettivamente un avversario”

L’addio al Padova, dopo la sconfitta ai rigori nella finale playoff di Serie C con l’Alessandria, è fresco. Ma con Andrea Mandorlini si parla soprattutto di Inter: tra Inzaghi, l’addio di Conte, la squadra dei record e il DNA nerazzurro. I campioni d’Italia si sono ritrovati ad Appiano per iniziare a lavorare verso un’annata in cui ci sarà da difendere il tricolore sul petto: è tempo di guardare avanti.

Precedente Lazio, ecco Sarri: "Qui posso fare il mio calcio. Mourinho? Non c'è dualismo" Successivo Italia, tre giornalisti positivi: cambia telecronista Rai per la finale

Lascia un commento