Mancio show: “Potevo andare all’Independiente. Ecco perché mi arrabbio di meno”

Il c.t. dell’Italia ha parlato su Twitch: “Le porte della Nazionale sono aperte a tutti, diamo fiducia ai giovani”

“C’è stato un momento in cui stavo valutando se andare ad allenare l’Independiente in Argentina”. Retroscena di mercato svelato da Roberto Mancini ai microfoni della Bobo Tv (su Twitch). L’allenatore ha parlato dei prossimi impegni della Nazionale.”Dopo l’Europeo sembra che la Nations League non conti ma alla fase finale sono arrivate le quattro squadre migliori in Europa- ha raccontato l’allenatore della Nazionale -. La Spagna è una squadra che gioca bene: anche se a volte fatica a concludere, è giovane, tecnica e molto forte”.

EUROPEO

—  

Sull’Europeo vinto in estate Mancini ha detto: “Era stimolante che tutti pensassero che non ci fossero giocatori all’altezza. Io ho sempre creduto che di calciatori bravi in Italia ce n’erano e ce ne sono. Voler giocare un calcio diverso ha riavvicinato i tifosi. Volevamo giocare bene, far divertire. I giocatori hanno avuto un rapporto straordinario: non ci sono stati problemi tra loro, si era creata un’atmosfera importante”.

CONVOCAZIONI

—  

“I dubbi sulle convocazioni ci sono sempre – ha proseguito Mancini -: i giocatori bravi sono più di 23. Dispiace lasciare qualcuno a casa. Poi c’è l’Under 21 che deve andare alle Olimpiadi, abbiamo lasciato loro alcuni giocatori. Ci sarà modo di convocare anche altri calciatori. Le porte della Nazionale sono aperte a tutti, anche a chi non è stato chiamato all’Europeo dato che avevo un numero limitato. E soprattutto ai giovani, che oggi possono essere ancora poco esperti ma hanno già qualità”.

CARATTERE

—  

Sul suo carattere, dato che Cassano ha fatto notare a Mancini di arrabbiarsi di meno rispetto al passato, Mancini ha detto: “Come un giocatore migliora nel tempo, così lo fa anche un allenatore vivendo esperienze negli anni. Alcune volte ci si può arrabbiare, altre non va fatto perché magari non c’è bisogno. Un allenatore però ha anche il diritto di arrabbiarsi per buttare fuori tutta la tensione che c’è durante la partita”.

Precedente San Siro chiuso per... Nations. La prima volta di Inter e Milan in trasferta insieme Successivo Messaggio di Vieri ad Allegri: "Chiesa giochi sempre: è il numero uno, il più forte"

Lascia un commento