Mancini: “Pensavamo di essere già qualificati… Playoff? Eviterei Ronaldo”

Dopo lo 0-0 di Belfast, che ha condannato gli azzurri ai playoff, il tecnico affronta a viso aperto la situazione: “Dobbiamo ritrovare le forze”

Non è il miglior momento della sua Italia, anzi, è forse il peggiore (pur ricordandoci delle macerie che aveva trovato al suo arrivo), ma Roberto Mancini tiene alta l’asticella e guarda con positività i playoff di marzo. Il pari di Belfast costringe infatti gli azzurri a giocarsi due partite da dentro o fuori, e a vincerle entrambe: “Pensavamo di essere già qualificati ai Mondiali, ma bisogna saper accettare il verdetto del campo anche quando è negativo. Abbiamo ancora delle possibilità e ce le giocheremo, se doveva esserci un momento negativo, meglio adesso che a marzo o poi al Mondiale. Comunque se noi arriviamo a marzo e siamo senza infortunati, possiamo incontrare chiunque. Se proprio vogliamo toglierne una direi il Portogallo”.

Ritrovare le forze

—  

“Non pensavo di non qualificarmi subito, ma siamo a metà dell’opera, dobbiamo ritrovare le forze e prepararci per marzo” ammette il c.t. conversando con Marino Bartoletti al Social Football Summit. Lo 0-0 di Belfast e la mancata qualificazione diretta ha portato tanta delusione tra i tifosi, ma lo stesso Mancini ci tiene a ricordare che “siamo un’ottima squadra, non abbiamo vinto gli Europei per caso, ma perché lo abbiamo strameritato”.

Fiducia rinnovata

—  

Il tecnico si concentra poi sul suo gruppo, nel quale continua a riporre piena fiducia: “Credo nei ragazzi, capisco ci possano essere momenti in cui non si riesce a dare il 100%. Ci siamo complicati il girone da soli nelle due partite con la Svizzera”. Infine, la chiosa su Jorginho e gli errori dal dischetto: “I rigori li sbaglia chi li tira. Abbiamo vinto un Europeo ai rigori, e anche un Mondiale, capita”.

Precedente Inter, personalizzato per Bastoni e Dzeko. In gruppo giovedì? Successivo Sabatini su Arnautovic: "È diverso dagli altri. Osti mi ha detto di aver visto un alieno"

Lascia un commento