Manchester United, Ten Hag scarica Sancho: “Esigo disciplina”

MANCHESTER (Inghilterra) –  Sempre più lontani Jadon Sancho e il Manchester United. Lo sfogo social del calciatore, che aveva accusato il tecnico Ten Hag di aver mentito sulle ragioni che avevano portato alla sua esclusione dalla gara contro l’Arsenal prima della sosta, è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Adesso, infatti, come rivelato da Espn, l’allenatore olandese pretende le scuse pubbliche e private di Sancho per poter parlare di una riappacificazione. In realtà i due hanno già avuto modo di confrontarsi a Carrington nei giorni scorsi, ma il calciatore non intende fare passi indietro e fino ad allora resterà ai margini della squadra.

Ten Hag-Sancho, nervi tesi

Al mio arrivo – ha detto Ten Hag in conferenza stampa – ho fissato degli standard a livello di disciplina e fa parte del mio lavoro controllare che vengano rispettati“. Al momento, insomma, non sembrano esserci margini per ricomporre la frattura: Sancho resterebbe così da separato in casa fino alla riapertura del mercato a gennaio ma trovargli una squadra non sarà facile a meno che lo United non si accolli di pagare una parte del suo ricco ingaggio (oltre 300 mila sterline a settimane). Un ritorno al Borussia Dortmund, dove ha giocato per 4 anni, o il Nottingham Forest guidato da Steve Cooper, che lo ha allenato ai tempi dell’Under 17 inglese, appaiono al momento come le opzioni più praticabili.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Sirigu torna in Ligue 1: ha firmato col Nizza, sarà il vice Bulka Successivo Pogba, calvario infinito: le cinque ore da incubo in tribunale a Parigi