Man: il Parma, la Romania, il futuro. «Fosse per me…»

Si chiama Dennis Man e chi quanto meno mastica la Serie B non può non conoscerlo. Dennis Man ha 25 anni e mezzo, è nato in Romania, è cresciuto anche calcisticamente nella natìa Vladimirescu e con la sua Nazionale ha appena messo la firma sul pareggio (1-1) nell’amichevole contro l’Irlanda del Nord, momentaneamente passata in vantaggio e raggiunta alla mezz’ora del secondo tempo. Della rete dell’attaccante gialloblù si trova traccia sul web, ad ogni modo la prodezza ha colpito addetti ai lavori e non, scatenando inevitabilmente il gossip del mercato. Quello che, per intenderci, vale tutto l’anno.

Le prospettive

In scadenza di contratto nel 2025, Man è approdato al Parma nel gennaio 2021 dalla Steaua Bucarest in coda a un’operazione da circa 13 milioni di euro. L’esplosione in questa stagione: 13 gol e 6 assist in 29 partite al comando di una squadra lanciata verso il ritorno in Serie A. Lì dove gli emiliani devono stare, perché – vox populi non solo gialloblù – cosa c’entra il gruppo di Fabio Pecchia con la B? Man guarda alle partite, alle reti personali, ai successi, ai dribbling: 66 finora, meglio anche di uno specialista come Giuseppe Sibilli del Bari (53). E al futuro, descritto così: ««La buona forma in cui mi trovo deriva dalla continuità quotidiana degli allenamenti e dal fatto che non ho avuto infortuni. Non conosco offerte, non so se ci siano, ma non sono interessato. Sono al Parma, voglio essere promosso e giocare con questa squadra in A».

Resta? Sì, però…

E ancora, sul test dell’altra sera: «Sono contento di essere tornato al gol, mi mancava. Mi sentivo bene, così ho provato a dare una mano alla squadra. Io mi fido di me stesso. Il futuro? Vorrei crescere qui dove mi trovo ora, conosco le persone in società, i compagni di squadra e so che loro hanno fiducia in me. Li ringrazio per questo». Con 13 gol è il top scorer del Parma e nel futuro il ragazzo vede un’esperienza meravigliosa nella massima serie, chissà se con un rinnovo di contratto in allegato e con alcuni club di punta in Europa che già l’hanno “spiato” più volte, dal Napoli al Borussia Dortmund.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente “Inzaghi? Non un grande uomo”: l’ex Milan al veleno su SuperPippo Successivo Sky o DAZN? La programmazione televisiva fino alla 33^ giornata di Serie A

Lascia un commento