Malinovskyi, l’assist-man che piace tanto a Zapata e Muriel. E Gasperini gongola

Il tecnico della Dea lo conidera ormai un titolare fisso e lui ripaga la fiducia a suon di gol e assist. Un buona notizia in vista di un finale di stagione frizzante, tra la lotta per la qualificazione Champions e la finale di Coppa Italia

Per la Gazzetta la gara di Ruslan Malinovskyi contro l’Udinese è stata probabilmente la migliore stagionale. Nella pagella del centrocampista ucraino dell’Atalanta si legge: “Due assist bellissimi – il secondo abbaglia – un quasi assist a Pessina, un quasi gol: forse la migliore partita stagionale”.

Ottime notizie

—  

Insomma, ottime notizie soprattutto per Gasparini, che nel ruolo si è dovuto inventare più soluzioni. È dall’inizio dell’anno solare che Malinovskyi ha cambiato marcia. Tra Serie A e Champions, ha giocato da titolare sei delle ultime sette partite dell’Atalanta che è un po’ la testimonianza di come sia oravi diventato un titolare praticamente inamovibile per il tecnico. Contro il Verona, un gol e un assist, ieri contro l’Udinese due assist. Presente sempre più nella manovra, con i compagni che cercano le sue giocate. A partire da Muriel e Zapata, i due che con lui si ritrovano una meraviglia consentendo così a Gasparini di dare via a un’Atalanta molto più muscolare.

Finale

—  

E così anche Ilicic nell’ultimo mese si è visto ridotto drasticamente il suo impiego in campo per l’”esplosione” (o meglio il ritorno, dopo la buona stagione passata) dell’ucraino che è a quota 4 gol e sei assist stagionali. La corsa alla prossima Champions si sta facendo avvincente, in più la Dea ha anche la finale di Coppa Italia da giocare, contro la Juve. Con Malinovskyi, ovviamente.

Precedente Tensione alla Roma, duro faccia a faccia tra Fonseca e la squadra. E Bruno Peres... Successivo Khedira e Piatek non incidono: il derby Union-Hertha finisce 1-1

Lascia un commento