Maicon, dal Triplete al ritorno in Serie D: “Il calcio è la mia vita”

Il 39enne ex Inter e Roma ha firmato con il Sona, squadra del veronese: “Ho sempre voluto tornare in Italia, in futuro potrei giocare qui assieme a mio figlio, oggi 15enne”

Dal nostro inviato Pier Francesco Archetti

9 gennaio – lazise (vr)

“Ho sempre avuto il pensiero di tornare in Italia, me lo chiedevano anche i miei famigliari. Adesso è arrivata questa opportunità, l’ho accettata subito e sono fortunato: in futuro potrei giocare anche con mio figlio Felipe, 15 anni, anche lui è qui con me”. Maicon, 39 anni, è tornato nel nostro paese. Passerà dal Triplete con l’Inter alla Serie D con il Sona, si dice felice: “Non cambia nulla. Il calcio è sempre lo stesso in qualsiasi categoria. I trionfi con l’Inter sono un passato molto bello, adesso riparto da qua, mi hanno accolto benissimo e ho voglia di giocare. Non vedo l’ora. Il calcio è la mia vita. Ho sempre tante motivazioni”.

quarta divisione

—  

Maicon non ha mai abbandonato l’attività, in Brasile recentemente aveva giocato con il Vila Nova, in quarta divisione, con allenatore un altro ex interista, Amantino Mancini. Il Sona, provincia di Verona, fa parte del girone B della Serie D, è ottavo e ha una colonia di brasiliani in rosa: con Maicon sono dieci. Per il d.s. Claudio Ferrarese, ex giocatore anche di Verona, Torino e Napoli, è il “colpo del secolo”. Nato quasi per scherzo insieme con Thiago de Souza, collaboratore del club e in contatto anche con il brasiliano. Per il presidente Paolo Pradella “la società è una famiglia dove ci si diverte. E Maicon già dal primo incontro fa capire che si inserirà bene”.

inter e roma

—  

Le due squadre in cui Maicon ha giocato in Italia si incontreranno domani e se gli chiedono per chi tiferà, dribbla la domanda con un sonora risata: “Spero che vinca il bel calcio. In Brasile ho visto spesso la Serie A. L’Inter va molto bene, ha un bell’attacco, sta facendo un gran campionato, spero vada avanti così fino alla fine. Ma la Juve è molto forte e il Milan non lo si può più chiamare sorpresa”. Arrivato dal Brasile venerdì mattina, Maicon è subito andato in campo oggi: mezz’ora di esercizi e corse, poi palestra. Per il debutto dovrà aspettare ancora la miglior condizione: “Non vedo l’ora di tornare a giocare”.

Precedente Pirlo: "Kulusevski? Sta migliorando. Morata forse in panchina" Successivo Proia e Ogunseye piegano la Reggiana: il Cittadella ora è terzo con il Monza

Lascia un commento