Maccabi-Fiorentina, le scelte di Italiano: mossa Nzola, c’è Faraoni

La Fiorentina ricomincia oggi il proprio percorso europeo: in vista del primo atto dell’ottavo di finale di Conference League contro gli israeliani del Maccabi Haifa (primi nel proprio campionato e capaci di eliminare il Gent nel precedente turno di Conference League), Vincenzo Italiano è intenzionato a schierare la formazione migliore possibile, con qualche eccezione dovuta alla gestione delle energie in vista dei prossimi impegni, a cominciare dalla sfida di lunedì sera contro la Roma al Franchi. La più importante novità potrebbe riguardare l’attacco dove Andrea Belotti, dopo cinque gare da titolare consecutive, può lasciare il posto a M’Bala Nzola, che non gioca dal primo minuto da oltre un mese, ma il ballottaggio sarà risolto solo a poche ore dal match.

Altre mosse

Per il resto scelte obbligate per i centrali di difesa, dove la coppia sarà ancora formata da Ranieri e Milenkovic (Martinez Quarta, rientrato lunedì dopo il problema ai reni, non è partito con la squadra). Possibile variazione sulla fascia destra, dove Faraoni è pronto a rilevare Kayode, mentre dall’altra parte dovrebbe toccare ancora al capitano Biraghi. Speranze anche per Barak: l’ex centrocampista del Verona non scende in campo dall’inizio dal 9 gennaio scorso e dopo un tempo intero disputato a Torino si candida per giocare al posto di Maxime Lopez in caso Italiano confermi il 4-1-4-1 adottato contro Lazio e Torino (in quel caso sarebbe Duncan l’unico centrocampista centrale di ruolo).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Immobile e le solite critiche: 4 gol in Champions, il fratello lo difende Successivo Anche Pioli tra gli allenatori che sono sospesi