Luna Rossa sfida sabato 13 gli inglesi del Team Ineos, chi vince va in finale di Coppa America

Luna Rossa, ci siamo. Sabato prossimo torna in acqua per la finale della Prada Cup contro l’imbattuto Team Ineos UK. Chi vince  – al meglio delle 13 regate – se la vedrà con il team New Zealand (dal 6 marzo), detentori della Coppa America.

Nel golfo di Auckland torna il sogno italiano della coppa proibita, il più antico trofeo velico del mondo. Non l’abbiamo mai vinto.

Luna Rossa contro Team Ineos per la finale della Coppa America

Ma prima occorre superare l’esame di inglese. E non sarà facile. La barca del baronetto Ben Ainslie vola. Ha già infranto il muro dei 50 nodi.

È la quinta volta che una barca italiana arriva alla finale degli sfidanti di un trofeo che dal 1983 al 2017 si chiamava Louis Vuitton CUP. E da questa edizione (la numero 36) della Coppa America si chiama Prada Cup. La prima volta che abbiamo centrato la finale degli sfidanti risale al 1992 con il Moro di Venezia di Raul Gardini. Le altre quattro volte appartengono a Luna Rossa (2000, 2007, 2013, 2021).

E come è andata? Soltanto due i successi italiani nella finale degli sfidanti: nel 1992 contro il Team New Zealand a San Diego ( USA ) e nel 2000 con American One  sempre nel golfo di Auckland.

Luna rossa può battere gli inglesi, con venti leggeri

Ineos Britannia è una barca che sfiora i 100 all’ora. È un motoscafo che vola sull’acqua. Contro di loro la nostra nazionale del mare non ha mai vinto. Ci prova stavolta e se ci sarà vento leggero le nostre chances aumenteranno.

Le vele inglesi sono guidate dal baronetto di sua maestà sir Ben Ainslie, 43 anni, il più titolato velista olimpico. Da queste parti ha già vinto ma con Oracle. È una leggenda della marineria. Ha un formidabile aiuto in Jim Ratcliffe, l’inventore del colosso mondiale della chimica Ineos. È uno degli uomini più ricchi del Regno Unito (patrimonio stimato di 20,5 miliardi di euro).

Il baronetto inglese vuole vincere anche nella vela

È proprietario con una quota del 33% del team Mercedes, cannibale in Formula 1. E con la squadra di ciclismo ha vinto il Tour 2019 (con Egan Bernal) e il Giro d’Italia 2020 (con Tao Geoghegan Hart). Vuole vincere anche qui, Luna Rossa lo sa.

In allenamento  la barca italiana ha fatto vedere di essere migliorata

L’equipaggio italiano è fiducioso, ottimista. L’occasione è unica, come dice il timoniere Checco  Bruni. O la va, o la spacca.

Precedente Scontro Agnelli-Conte, dal dito medio al "su...a" rivolto alla tribuna: la versione della Juve Successivo Ecco la “DeDè”: Demiral-De Ligt coppia imbattuta, la difesa di domani è il muro di oggi

Lascia un commento