L’ultimo saluto a Villiam Vecchi: Ancelotti, Buffon e palloncini rossoneri

Il tecnico del Real Madrid si è presentato ieri alla camera ardente per l’ultimo saluto all’amico di sempre. Questa mattina i funerali a Fellegara: in lacrime l’ex portiere della Nazionale

Lacrime e commozione per l’ultimo saluto a un grande maestro. Un centinaio di persone, questa mattina a nella chiesa di Fellegara (comune di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia), ha accompagnato l’ultimo viaggio di Villiam Vecchi. L’ex portiere di Milan, Cagliari, Como e Spal, poi preparatore di generazioni di portieri se ne è andato mercoledì scorso all’età di 73 anni. Al funerale ecco Gigi Buffon col volto rigato dalle lacrime. Insieme a lui Tassotti, ancora sotto contratto col Genoa, Luca Bucci, Cristiano Lucarelli, Giovanni Mauri (compagno di lavoro di Vecchi al Milan e al Real Madrid), Daniele Tognaccini, ex preparatore atletico del Milan. Commovente anche il finale della cerimonia quando sono stati liberati al cielo decine di palloncini rosso e neri.

L’amico Carlo

—  

Ma il nome di Vecchi, milanista doc, è anche legato a quello di Carlo Ancelotti di cui è stato per venti anni preparatore dei portieri. E così il tecnico del Real Madrid si è presentato ieri alla camera ardente, a Reggio Emilia, per l’ultimo saluto all’amico di sempre. Un blitz veloce: si è trattenuto una mezzoretta con la moglie e i figli di Vecchi, per poi presenziare da solo di fronte al feretro. Insieme ad Ancelotti, il figlio Davide, parte dello staff del Real Madrid ed Emilio Butragueno, il direttore dei rapporti istituzionali del club spagnolo. In tutto una delegazione di 6 persone per rendere omaggio a Villiam che al Real aveva lavorato per due anni.

Precedente Ajax, Lucca: "Orgoglioso di vestire la stessa maglia di Ibrahimovic" Successivo Samp, colpo Villar: a un passo il regista che con Mou non ha spazio

Lascia un commento