Lukaku: una Maserati Levante Trofeo sotto l’albero

La punta belga dell’Inter, testimonial della casa auto emiliana, ha postato su Instagram un video con il Suv da 580 Cv. In estate si era fatto fotografare con una Ghibli davanti San Siro

Non solo Karim Benzema e la sua Bugatti Chiron, perché anche un altro calciatore, stavolta di Serie A, ha ricevuto un bel bolide a quattro ruote in dono per Natale. L’attaccante dell’Inter, Romelu Lukaku – testimonial della Maserati – ha trovato sotto l’albero una Levante Trofeo nuova di zecca. E la punta belga non poteva non mostrare la propria soddisfazione su Instagram, con una foto insieme al Suv del marchio con sede a Modena e una didascalia nella quale ringrazia Donatella Versace “per il supporto” (il giocatore è anche testimonial del marchio di moda). In estate, proprio Lukaku aveva posato insieme a una Ghibli davanti allo stadio San Siro.

Un gioiello da 580 cavalli

—  

La Levante Trofeo è il Suv top di gamma di Maserati. E il dato sulla potenza ce lo dimostra: perché grazie al V8 twin turbo da 3,8 litri sviluppa potenze da 580 Cv, arrivando a una velocità massima di 300 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in 4,1 secondi. Con trazione intelligente Q4 – che in condizioni normali convoglia il 100 per cento della coppia motrice, di 730 Nm, alle sole ruote posteriori, adattando poi la distribuzione fino all’ideale 50/50 in condizioni di scarsa aderenza e nell’off road – il prezzo arriva a 160.100 euro. Una quattro ruote cattiva su strada, ma elegante negli interni, costruita sui principi di base della tradizione Gran Turismo di Maserati. Dentro si trovano sedili in pelle naturale con cuciture a contrasto Pieno Fiore, la pelle più morbida prodotta a Firenze, ed elementi in fibra di carbonio opaca con effetto 3D. Con la modalità di guida Corsa, c’è infine anche il Launch Control, il sistema che assiste il guidatore nell’accelerazione rapida da fermo.

Precedente L'apertura del Corriere della Sera: "L'Inter è sotto assedio" Successivo Gasperini: "In attacco siamo coperti. Papu non ingombra, Ilicic un traino. E Diallo..."

Lascia un commento