Lukaku: “Mai alla Juve, in Italia tornerei solo all’Inter”

LONDRA (Gran Bretagna) – Romelu Lukaku non nasconde affatto la sua voglia di tornare in Italia, ma neanche le sue idee precise su quale squadra sceglierebbe. Sicuramente non sarebbero il Milan o la Juventus: “Mai, mai, mai – le parole decise dell’attaccante del Chelsea a Sky Sport – prima dell’Inter c’era stato qualcosa con la Juventus? Devo essere onesto, loro hanno provato a prendermi. Ma quando ho saputo che Conte andava all’Inter, mi sono arrabbiato con il mio procuratore: sapeva che non volevo parlare con la Juve perché per me in Italia c’è solo l’Inter. È sempre stato così. Ho parlato con loro perché non avevo ancora ricevuto l’offerta dell’Inter. Poi, però, quando ho saputo che prendevano Conte, mi sono detto che c’era la possibilità e ho aspettato fino alla fine che il presidente Zhang facesse un’offerta allo United. E così, anche se la Juve avesse fatto una proposta migliore. Mai andare alla Juve. Adesso è chiaro che in futuro, se dovessi tornare in Italia, giocherei per l’Inter. O tornerò nell’Anderlecht”.

Lukaku: “Tornerò all’Inter, non sono felice al Chelsea”

Lukaku e l’addio all’Inter

Lukaku poi torna sull’addio all’Inter, che però non è stato motivato dalla partenza di Antonio Conte: “L’unico motivo è stato il rinnovo. Sapevo che se Inzaghi fosse diventato allenatore, l’opportunità di vincere sarebbe rimasta. Perché lui aveva vinto la Coppa Italia e la Supercoppa e il prossimo step sarebbe stato lo scudetto. Il tutto dopo la Lazio, dove ha fatto veramente bene. Sapevo che la possibilità di vincere ci sarebbe stata. E allora non è perché Conte se ne è andato. Penso che se mi avessero fatto un’offerta di rinnovo, ora io e te non staremmo parlando a Londra, ma a Milano“.

Tuchel e l'intervista di Lukaku: "Non ci piace, sono sorpreso. Ne parleremo in privato"

Guarda il video

Tuchel e l’intervista di Lukaku: “Non ci piace, sono sorpreso. Ne parleremo in privato”

Precedente Atalanta, De Roon: "Orgoglioso della squadra e dei tifosi" Successivo Il mercato dei vice: da Roma a Firenze, quante cercano il bomber di scorta

Lascia un commento