Lukaku, CR7 e quei minuti di troppo: quante energie spese prima di Inter-Juve

Conte e Pirlo avrebbero voluto risparmiare i big in Coppa Italia, ma i supplementari hanno scombinato i piani. Ne risentiranno domenica?

Il filo rosso coinvolge entrambe: 120’ giocati in Coppa Italia prima della partitissima di domenica (20.45 a San Siro). Avrebbero voluto gestire le energie, ma alla fine i pezzi da novanta sono entrati lo stesso. Anche per risolvere situazioni complicate. Lukaku nell’Inter – suo il gol vittoria contro la Fiorentina a un minuto dai rigori – Cristiano Ronaldo all’Allianz. Anche se a qualificare Pirlo ci ha pensato il baby Rafia, prima presenza e prima rete coi grandi al Genoa di Ballardini. Domenica c’è Inter-Juve, Conte sfida l’ex regista dei primi tre scudetti. Dopo le maratone della Coppa vediamo chi ha giocato più minuti.

Inter

—  

Partiamo da chi non è entrato: Conte ha risparmiato solo Bastoni, gli altri big sono subentrati tutti. Handanovic non fa testo, è un highlander e potrebbe non riposare mai (120’ per lui). In difesa, oltre a Kolarov e Ranocchia, Skriniar ha giocato un’ora, salvo poi essere sostituito da De Vrij. Altro titolare di Conte. Capitolo centrocampo: Vidal avrebbe dovuto riposare, ma l’infortunio di Sensi gli ha dato la titolarità e pure il primo gol con l’Inter (95’ giocati). Sulle fasce Young e Perisic, ma al 70′ è entrato Hakimi, titolarissimo a destra domenica. Barella e Brozovic, invece, sono entrati ai minuti 81 e 94. Un pezzettino di partita anche per loro. In avanti, oltre a Sanchez, 70’ per Lautaro Martinez, poi sostituito da Lukaku. A differenza del collega Conte teme un po’ meno lo spreco di energie: “I supplementari avranno influenza zero in vista della Juventus”.

Juve

—  

Chiellini e compagni hanno rifilato tre reti al Genoa dopo una partita sofferta (3-2). Ci ha pensato il baby Rafia, ragazzo del ’99 a cui Benzema ha fatto i complimenti su Instagram. Pirlo ha parlato di “spreco di energie”, ma nel suo starting XI ha schierato solo 4 potenziali titolari: Bentancur, Arthur, Morata e Kulusevski. Gli ultimi tre hanno giocato 120 minuti, lo spagnolo e l’ex Parma hanno anche segnato. L’uruguaiano, invece, è stato sostituito nella ripresa da Rabiot. Dopo circa un’ora di gioco – al posto di Demiral e Chiellini – sono entrati Danilo e Bonucci, titolari in difesa domenica, mentre Cristiano Ronaldo è entrato all’88′ al posto del giovane Wesley, anche lui al debutto in prima squadra. Venticinque minuti scarsi per il portoghese, 19 gol in 18 partite quest’anno, leader tecnico e del gol bianconero. A riposo Ramsey, Frabotta e Szczesny. Bernardeschi e Dragusin – 18enne in rampa di lancio – in campo per tutta la partita. Pirlo, però, predica calma in vista dell’Inter. “Ci siamo complicati la vita, ora dovremo recuperare”. Magari qualche energia in più.

Precedente Pronostici Coppa Italia/ Quote e previsioni: anche l'Atalanta supererà gli ottavi? Successivo Il caso Perotti: perché il suo infortunio al Fenerbahçe è una grana per la Roma

Lascia un commento