Lotito: “L’ingaggio di Sarri in linea con le nostre ambizioni”

Le prime parole del presidente biancoceleste. E l’ingaggio record…

Si volta pagina. Definitivamente. La Lazio ora non si separa da Simone Inzaghi solo formalmente, ma anche emotivamente, tuffandosi nel nuovo matrimonio con Maurizio Sarri. Solo ieri il presidente Claudio Lotito lanciava una frecciata verso l’ex pupillo (“Per me una stretta di mano è un contratto, per altri… Verba volant, scripta manent”), ma oggi gongola per l’arrivo di Sarri. “Abbiamo portato a termine gli impegni presi, con un allenatore che consentisse alla società di poter sviluppare e raggiungere gli obiettivi, in linea con le potenzialità e le ambizioni della società”, ha detto all’Adnkronos. E ora spera che il nuovo tecnico lo faccia sognare e vincere almeno quanto quello precedente (3 titoli in 5 stagioni).

Storia

—  

L’arrivo di Sarri, fra l’altro, per la Lazio è un colpo grosso anche dal punto di vista storico. Lotito, in 17 anni di gestione, non aveva mai garantito un ingaggio tanto alto a un allenatore (circa 3 milioni più bonus). Non solo: nella storia del club biancoceleste sono solo 7 gli allenatori che, arrivati alla Lazio, si potevano vantare di aver già vinto il campionato italiano (Bernardini, Carver, Ferrero, Sperone, Cargnelli, Viola e Zaccheroni). Anche questo aiuterà la società a voltare pagina.

Precedente Del Piero: "Allegri, ecco cosa manca alla Juve. CR7? Impossibile rinunciarci" Successivo Spagna, buone notizie dall'ultima tornata di tamponi: nessun altro positivo al coronavirus

Lascia un commento