Lo Spezia cambia tanto. Maggiore punto fermo. Kovalenko ed Erlic stuzzicano

Tra addii e volti nuovi, l’obiettivo è replicare la salvezza dello scorso anno. A Motta l’eredità di Italiano: usa anche lui il 4-3-3

Terminato il calciomercato possiamo finalmente analizzare, squadra per squadra, i punti di forza (e deboli) in chiave fantacalcistica delle partecipanti alla Serie A 2021-2022.

LA FORMAZIONE

—  

Sarà complicato replicare la salvezza “semplice” ottenuta da Vincenzo Italiano lo scorso anno. Lo Spezia ci prova cambiando praticamente gran parte della rosa anche per via di tanti addii dolorosi come quelli di Farias, Ricci, Estevez, Terzi, Pobega e Piccoli oltre che dello stesso tecnico, passato alla Fiorentina. Thiago Motta porta principi simili a quelli di mister Italiano, proseguendo sul 4-3-3. Sarà interessante vedere in A i vari Amian, Kovalenko e Strelec, di cui si dice un gran bene. Con Manaj che, almeno all’inizio, si giocherà le sue chance da titolare. Inoltre c’è la vicenda Nzola, con l’attaccante che è ai margini della rosa bianconera. Insomma un’impresa molto difficile per i liguri che proveranno con ogni mezzo a riconfermarsi in Serie A.

PROBABILE FORMAZIONE 4-3-3: Zoet; AMIAN, Erlic, NIKOLAU, RECA; Maggiore, BOURABIA, KOVALENKO; Verde, MANAJ, Gyasi (in maiuscolo i nuovi arrivati).

TIRATORI

—  

Lo Spezia si affida a Manaj come rigorista. In seconda battuta ci sono Verde e Colley. L’esterno mancino scuola Roma si dividerà punizioni e angoli con Bourabia e Kovalenko.

CONSIGLIATI

—  

Maggiore (15 crediti), Verde (18 crediti) e Gyasi (14 crediti) rimangono i calciatori fortemente consigliati in ottica bonus. Il centrocampista è reduce da una grande annata in cui ha abbinato quantità e qualità; i due esterni offensivi partono titolari e, come dimostrato in queste prime due gare, hanno un buon fiuto del goal. Possibili sorprese possono essere Erlic (8 crediti), difensore solido che lo scorso anno ha avuto un’ottima Media Voto, e Kovalenko (14 crediti), giocatore di gran talento che vuole dimostrare il suo valore dopo sei mesi con scarso minutaggio all’Atalanta.

AFFARE LOW-COST

—  

Tante opportunità low-cost in casa Spezia. A partire dal portiere titolare Zoet (2 crediti) che ha anche parato il rigore a Immobile nell’ultimo turno di campionato, pur subendo ben sei reti dai biancocelesti. Amian, Ferrer, Nikolau (5 crediti) sono tutte opzioni utili per rinforzare il pacchetto difensivo a costo basso. Infine, occhio a Sena e Manaj (6 crediti): il primo è ancora ai box e, una volta guarito, riprenderà le chiavi del centrocampo; il secondo potrebbe essere la punta titolare nel 4-3-3 di Thiago Motta.

POSSIBILE DELUSIONE

—  

Facciamo fatica ad inquadrare Nzola (19 crediti) in questo momento. Il calciatore ha vissuto un periodo complicato quest’estate, rimanendo ai margini del sodalizio bianconero. Anche se dovesse tornare a disposizione di Thiago Motta difficilmente pensiamo che possa ritornare ai fasti dello scorso anno.

Sfida i migliori fantallenatori al fantacampionato Nazionale di Magic Gazzetta, la classifica generale parte il 25 settembre! Avete ancora tempo, ma fate in fretta! In palio un montepremi da 260.000€. Attivati ora!

Precedente Mancini e il bivio Svizzera: "Ci sarà da correre. Verratti? Valutiamo all'ultimo" Successivo Da Kerkez a Traore e Roback: la Primavera rossonera punta già la Serie A

Lascia un commento