Liverpool, tutto a favore con l’Aston Villa. Ma quel 2-7 spaventa Klopp

I Reds non possono sbagliare nel testa a testa per la Premier col City e la squadra di Gerrard non ha più obiettivi. Tuttavia quel precedente…

Manchester City e Liverpool lotteranno fino all’ultima giornata per il titolo. La squadra di Guardiola è in vetta a +3 sui Reds, entrambe recupereranno la 33esima giornata di campionato. Gli uomini di Klopp martedì affrontano l’Aston Villa: fischio d’inizio al Villa Park alle 21. Nove i punti in palio, Salah e compagni dopo lo stop col Tottenham non possono più sbagliare.

ULTIMI RISULTATI

—  

L’Aston Villa ha superato 3-1 il Burnley nell’ultimo weekend di campionato: è il secondo successo consecutivo dopo quello con il Norwich. Ora la squadra di Gerrard è ferma a metà classifica con 43 punti e non ha altri obiettivi stagionali. Il Liverpool ha conquistato sei vittorie consecutive tra Premier ed Europa prima del pari con gli Spurs. Gli uomini di Klopp il 28 maggio sfidano il Real in finale di Champions. In campionato è invece lotta a due: mercoledì il City di Guardiola affronta il Wolverhampton.

I PRECEDENTI

—  

Nella gara d’andata ad Anfield la squadra di Klopp ha superato gli avversari 1-0: decisiva la rete di Salah. È il terzo successo consecutivo del Liverpool contro l’Aston Villa, l’ultima vittoria dei Villans è arrivata il 4 ottobre 2020: 7-2 al Villa Park. Quello resta l’unico k.o. dei Reds negli otto precedenti recenti. L’Aston Villa non supera il Liverpool in due gare casalinghe consecutive in campionato da febbraio ’98. E nelle ultime dieci sfide non c’è mai stato un pareggio: l’ultimo è arrivato addirittura il 18 gennaio 2014 (2-2). Poi sette successi dei Reds e tre dei Villans.

DIFESA BUNKER

—  

La retroguardia del Liverpool è solidissima: una sola rete subita nelle quattro partite più recenti. Da inizio 2022 solo sette volte Alisson è stato superato in campionato. Nessuno ha fatto meglio della difesa Reds nei top cinque campionati europei. Mané e compagni affronteranno una serie di impegni ravvicinati: il recupero con l’Aston Villa, sabato 14 maggio la finale di FA Cup contro il Chelsea, poi la volata finale in Premier prima dell’ultimo atto in Champions col Real. Il City ha tre lunghezze di vantaggio, gli uomini di Klopp devono correre per recuperare. Ripartendo dal Villa Park contro i Villans di Gerrard.

Precedente Roma ko, furia Mourinho: "Banti ci deve una spiegazione" Successivo Sosa: "Napoli mediocre, ma Insigne rimarrà nella storia. Osimhen? Dal vivo è fortissimo"

Lascia un commento