LIVE Pirlo in conferenza alla vigilia di Torino-Juve

Il tecnico presenta la sfida contro il Torino in programma domani

redazionejuvenews

2 aprile – TORINO

Dopo la sosta per le Nazionali, la Juventus è attesa dalla ripresa del campionato: domani i bianconeri saranno in campo contro il Torino allo stadio granata per il derby della Mole, partita decisiva per le sorti dei bianconeri e per il proseguo del loro campionato. Il tecnico della Juventus Andrea Pirlo, parla dalla sala stampa dell’Allianz Stadium per presentare la partita in programma domani alle 18.

FESTA – “I tre giocatori coinvolti non sono convocati per la partita di domani, riprenderanno a lavorare con il tempo e vedremo quando”.

TORINO – “La squadra è cambiata con il cambio allenatore, hanno un altro atteggiamento. Le squadre di Nicola hanno un’impronta ben decisa, sappiamo bene quello che andremo a trovare domani in campo. Dovremo affrontarla con grade rabbia, soprattutto dopo la sconfitta di Benevento e perchè è un derby da vincere”.

CONFRONTO – “Abbiamo parlato con tutti singolarmente, oggi sono tornati gli ultimi nazionali quindi prima non c’è stato modo. Domani la affronteremo al meglio e cercheremo di vincere”.

CLASSIFICA – “L’obiettivo è di vincere tutte le partite, poi vedremo cosa succede davanti e dietro. Vogliamo giocare partita per partita per fare più punti possibili. L’obiettivo è vincere domani e pensare a quella successiva”.

RIPARTIRE – “Dopo le sconfitte bisogna migliorare e fare del nostro meglio. Dopo una caduta c’è sempre una salita e siamo pronti ad affrontarla”.

ORGOGLIO – “Una squadra composta di campioni che hanno affrontato momenti come questo non può stare a guardare. Perdere non piace a nessuno, avranno voglia fi rivalsa e dimostrare di essere un gruppo fantastico che può fare sicuramente meglio durante le partite”.

ALEX SANDRO – “Sta meglio, ha recuperato e si è allenato. È uno dei pochi senza problemi che si è allenato regolarmente”.

DANILO – “É a disposizione, aspettiamo gli ultimi tamponi e vediamo chi ci sarà. Lui è un’opzione in difesa e a centrocampo”.

STAGIONE – “Non ci siamo fatti mancare nulla questa stagione. Alzare la voce non serve, i giocatori, nei limiti, fuori dal campo possono fare quello che vogliono. Alziamo la voce in campo, fuori sono grandi e vaccinati e fanno ciò che vogliono sempre nel rispetto delle regole. È sempre stato così”.

RONALDO – “Sta bene, era arrabbiato per il gol annullato con la Serbia, diceva che in quelle partite servono VAR e Goal Line per la loro importanza. Ora è tranquillo e sereno”.

BERNARDESCHI – “Bernardeschi puo fare il terzino e l’esterno, per me sono queste le sue caratteristiche”.

BUFFON E CHIELLINI – “Siamo in questa stagione, pensiamo a questa. Loro sono due giocatori della rosa importantissimi, ma è giusto che mi basi sul presente senza pensare al futuro”.

PUNIZIONI – “Dybala, Arthur e McKennie sono stati esclusi per mia decisione, e la società ha fatto il resto. In tanti anni sono sempre successe queste cose, ma quando non si possono fare non devono succedere, per quello che succede nel mondo prima che per quello che succede nella squadra. Non era il momento giusto per farlo, per rispetto di chi rispetta le regole e anche perché era a due giorni da una partita. Siamo degli esempi ed è giusto che ci comportiamo come tali”.

PAURA – “Il derby c’è sempre voglia di vincere. Non ho mai giocato un derby con la paura di perdere, perchè è sempre una partita a se. L’obiettivo è quello di vincere per far contenta la squadra e i tifosi”.

FORMAZIONE – “Chiellini sta bene, è rientrato dalla Nazionale perchè non poteva giocare le altre due partite su un campo sintetico. Si è allenato bene, è a disposizione e speriamo di vederlo in campo ancora a lungo. Abbiamo studiato varianti, come succede quando abbiamo tempo, ma sono da mettere in campo e non avendo avuto giocatori non le abbiamo potute proporre”.

FUTURO – “Sono già state dette tante cose. Io faccio il mio lavoro e penso partita per partita, il mio obiettivo è far bene e lavorare alla Juventus. Poi se perdi dieci partite è ovvio che vai a casa”.

SZCZESNY – “Aspettiamo il tampone, se non dovesse essere possibile schierarlo giocherà Pinsoglio”.

BUFFON – “Non ci aspettavamo più la squalifica, poi è arrivata”.

INTENTI – “C’è e c’è sempre stata unita di intenti. Abbiamo sempre pensato ad un obiettivo, che era quello di vincere, poi a volte è successo a volte no. Continueremo fino a fine stagione a remare nella stessa direzione”.

Precedente Diretta/ Entella Monza (risultato finale 1-1): Scaglia salva i brianzoli dal KO Successivo Pioli: "Ibra in condizioni buonissime". E fissa la quota punti per la Champions

Lascia un commento