Lite Agnelli-Conte, Bonucci: “Non è niente di nuovo”

C’è poco da aggiungere, le immagini hanno parlato chiaro. Alla fine quello che è successo è brutto, ma non sta a me giudicare il perché sia successo né tantomeno che non doveva esser fatto o doveva esser fatto”. Sulla bufera scoppiata in Coppa Italia tra Juve e Inter, che ha visto protagonisti da una parte il presidente Agnelli e dall’altra il tecnico Conte, è intervenuto anche Leonardo Bonucci. Il difensore ha espresso il suo punto di vista ai microfoni di Sky Sport: “È ovvio che noi dobbiamo essere sempre d’esempio, ma a volte diventa difficile. Noi dobbiamo sempre essere d’esempio, quelli che tracciano una linea. In alcune partite la tensione, l’adrenalina, la posta in palio ti fanno essere qualcosa di diverso di quello che vorresti essere. E capita che succedano episodi che sono successi in questo recente passato, amplificati dal fatto che lo stadio è vuoto e che i microfoni sono lì puntati a bordo campo e prendono anche lo starnuto di un giocatore”.

Conte, il gestaccio verso la tribuna durante Juve-Inter

Guarda il video

Conte, il gestaccio verso la tribuna durante Juve-Inter

Bonucci: “Non è niente di nuovo”

Quindi bisognerebbe cercare di enfatizzare meno quello che succede perché sfido chiunque a non aver momenti di tensione su un campo lavorativo che possono sfociare in una discussione o in una litigata. Siamo essere umani, dobbiamo essere d’esempio. A volte ci sono situazioni che possono sfuggire. Però sono situazioni che con lo stadio pieno nessuno avrebbe sentito. Noi cerchiamo di stare più attenti, ma non è niente di nuovo. Purtroppo in uno sport dove c’è adrenalina, può succedere di incappare in alcune situazioni un po’ spiacevoli”.

Scontro Agnelli-Conte: la procura apre l'inchiesta

Guarda il video

Scontro Agnelli-Conte: la procura apre l’inchiesta

Bonucci: “Gattuso mi ha aiutato tanto”

Gattuso? Ho avuto la fortuna di averlo, mi ha aiutato tanto. È un grande allenatore e ha un grande staff. Auguro loro il meglio. La partita di Supercoppa va archiviata, ci aspetta un altro Napoli. Non credo alla loro crisi, hanno ottimi giocatori. Noi dobbiamo portare a casa i tre punti e proseguire la rincorsa con gli stessi valori e la stessa attenzione. Loro avranno Osimhen davanti e attaccheranno di più la profondità rispetto alla Supercoppa. Abbiamo l’obbligo di andare a Napoli e portare a casa i tre punti”.

Ironia social su Juve-Inter: Lukaku fantasma e Conte...

Guarda la gallery

Ironia social su Juve-Inter: Lukaku fantasma e Conte…

Precedente Verona, Sturaro: "Juric determinante per il mio arrivo. E' cambiato in meglio" Successivo Lo Spezia è americano. La famiglia Platek: "Investimento personale"

Lascia un commento