L'Italia ottiene il quinto posto Champions: ufficiale! Ranking Uefa aggiornato

Il quinto posto valido per l’accesso alla Champions League 2024/2025 va alla Serie A. La corsa alle prime due posizioni del ranking delle nazioni Uefa, che da regolamento valgono un posto in più per la prossima edizione del torneo a 36 squadre, si è conclusa a favore dell’Italia in seguito ai successi di Fiorentina e Atalanta, che battendo rispettivamente Viktoria Plzen e Liverpool (nella gara d’andata) hanno superato il turno in Conference ed Europa League. A questi si aggiunge anche la qualificazione della Roma che nel match dell’Olimpico ha battuto il Milan 2-1 conquistando la semifinale.

Dopo i risultati del pomeriggio e di questa sera l’Italia dunque arriva ad un coefficiente di a 19,428 punti e diventa di fatto imprendibile dall’Inghilterra terza nel ranking, che dopo l’eliminazione del West Ham per mano del Bayer Leverkusen, resta con una sola squadra in corsa, l’Aston Villa in Conference e può salire al massimo a 17,875 punti. Con la certificazione delle cinque squadre italiane nella prossima Champions cambieranno e non poco anche le dinamiche del finale di stagione in Serie A, con Milan e Juve che vedono ormai il traguardo sempre più vicino mentre l’Atalanta torna prepotentemente in corsa per contendere gli ultimi due posti al Bologna e la Roma.

Il ranking attuale

La certezza aritmetica è arrivata grazie alle vittorie interne delle formazioni di Italiano e Gasperini, che hanno sancito il distacco definitivo sull’Inghilterra che rimane al terzo posto (Italia prima a 19.429 punti e Inghilterra a 17.250). I successi in Champions di Bayern Monaco e Dortmund avevano infatti riavvicinato i tedeschi in graduatoria, e inguaiato al contempo l’Inghilterra che ai quarti aveva perso Manchester City e Arsenal. Sarà dunque la Serie A a partecipare con un club in più alla nuova edizione del torneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Atalanta in semifinale di Europa League: ko indolore, Liverpool eliminato Successivo Benfica, Schmidt: "Sono deluso, abbiamo sprecato chance prima dei calci di rigore"