L’Italia dei genietti Barella, Verratti e Insigne: i piccoli sono dei giganti

Non è la Nazionale dei giocatori grandi ma dei grandi giocatori: Mancini ha seguito la strada che ha portato la Spagna a vincere tutto e che ora è diventata più “grossa” di noi

Ora possiamo dircelo che i lungagnoni del Belgio ci incutevano una certa preoccupazione. Ne avevano tre in fila in difesa, il ricciolone Witsel al centro e il temutissimo Lukaku davanti. Ogni volta che ci capitava un calcio d’angolo contro, si avvertiva anche in tribuna lo spostamento d’aria perché si trasferivano tutti nell’area di Donnarumma.

Precedente Ronaldo, decisione in silenzio dopo i dolori europei Successivo Italia-Spagna, Luis Enrique studia i ragazzi di Mancini

Lascia un commento