Lippi: “La Juve mi piace, Allegri tecnico di grande cultura sportiva”

“A me la Juventus piace sempre, poi dopo la Juve piace se vince, se non lo fa non piace”. Lo ha detto l’ex allenatore azzurro, campione del mondo nel 2006, Marcello Lippi, a margine del trofeo Maestrelli a Montecatini Terme. “Gli allenatori della Juventus sono sempre criticati, così come quelli dell’Inter e del Milan, visto che lottano per il primato in classifica – ha aggiunto Lippi – Allegri è un tecnico di grande cultura sportiva e se la giocherà fino in fondo anche quest’anno. Mi piace questa Juventus così giovane, è sempre stata una squadra che ha rinnovato, lo dice la sua storia”.

La Juve e le triplette in Coppa Italia: Milik raggiunge altri 8 storici ex

Guarda la gallery

La Juve e le triplette in Coppa Italia: Milik raggiunge altri 8 storici ex

Lippi sul campionato, Spalletti e l’Italia all’Europeo

Nel campionato italiano “ci sono cinque-sei squadre che mi piacciono molto, che giocano un bel calcio, tipo Empoli ed Frosinone, questo significa che in Italia si gioca a calcio non solo nelle grandi squadre. Il calcio italiano è migliorato e lo giocano anche squadre di meno nome”, ha aggiunto Lippi. Luciano Spalletti “ha dimostrato di essere l’uomo giusto al posto giusto, ha fatto cose importanti, continuerà a farle. È? una persona molto gradevole. Sono legato a lui, è un uomo di grande livello. L’Italia deve sempre porsi l’obiettivo di vincere, quindi lo deve fare anche in vista del prossimo Europeo”, ha concluso Lippi.

Mercato Juve, cosa c'è dietro il no a Henderson

Guarda il video

Mercato Juve, cosa c’è dietro il no a Henderson

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Best Fifa 2023, Guardiola premiato: dedica da brividi a Spalletti e Inzaghi Successivo Frosinone, Di Francesco: "Inaccettabile l'approccio, l'Atalanta ci ha distrutto"