L’Inter è campione d’inverno: Frattesi e l’errore di Henry mandando ko il Verona

MILANO – LInter si laurea campione d’inverno in una gara incredibile contro il Verona. A San Siro succede di tutto con la squadra di Inzaghi che parte benissimo con la rete di Lautaro Martinez ma che poi nella ripresa si fa raggiungere dal gol di Henry. Tutto succede però nel finale: i nerazzurri tornano in vantaggio con il gol di Frattesi, ampiamente contestato dall’Hellas per il contatto Bastoni-Duda, e quando la gara sembrava finita Fabbri assegna un rigore alla squadra di Baroni. Sul dischetto si presenta nuovamente Herny che questa volta sbaglia e regala la vittoria ai nerazzurri. 

Inter-Verona, primo tempo

Il Verona parte forte e prova a fare la gara impegnando subito Sommer autore di una doppia parata su Suslov. Con il passare dei minuti l’Inter prende le misure e al minuto numero 13 trova la rete del vantaggio con Lautaro Martinez che non lascia scampo a Montipò. Per l’argentino è la rete numero 16 nel girone d’andata. La squadra di Baroni tenta la reazione e ha la migliore occasione con Djuric che però non trova la porta. Nel finale di primo tempo l’Inter prova a spingere con Thuram, bloccato da Tchatchoua, e Carlos Augusto ma la conclusione del brasiliano si spegne sul fondo.

Inter-Verona, secondo tempo

Baroni cambia alla ripresa: fuori Mboula per Lazovic e i gialloblù sono subito pericolosi ancora con Suslov che scarica una conclusione potente ma imprecisa. Esattamente come nei primi 45 minuti il Verona spinge ma è l’Inter a trovare il gol, ancora con Lautaro Martinez. Questa volta però la rete dell’argentino viene annullata per fuorigioco. La svolta per il Verona arriva grazie a un altro cambio: Henry entra in campo al posto di Duri? e dopo appena dieci secondi sorprende Acerbi e Sommer e con un tocco di ginocchio mette in rete la palla dell’1-1. Poco prima del pareggio mister Inzaghi schiera Aranautovic per Thuram ed è proprio lui, sulla punizione calciata da Di Marco, a togliere praticamente il pallone dalla porta. Nei minuti di recupero il pressing dell’Inter si fa asfissiante e la squadra di Inzaghi colleziona più di un’occasione: prima ancora con Arnautovic e poi con Bastoni che colpisce la traversa. Sullo sviluppo dell’azione Barella conclude in porta, la respinta di Montipò non è perfetta e alla fine il tap-in vincente è quello di Frattesi che riporta l’Inter sul 2-1. Tantissime le proteste dell’Hellas per un fallo di Bastoni su Duda, proteste che portano anche all‘espulsione di Lazovic. I colpi di scena però non sono finiti perché Fabbri va al Var per rivedere il contatto tra Magnani e Darmian e alla fine assegna il calcio di rigore al Verona. Dal dischetto Herny colpisce il palo e sulla ribattuta Folorunsho manda incredibilmente fuori di testa. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Mourinho già pazzo di Huijsen: “Sappiamo tutti chi è, in futuro…” Successivo Mourinho: "Huijsen diventerà un grande, ma ha 10 minuti in serie A"