Leghe Europee su nuovo format Champions: "Accesso solo via campionati"

ISTANBUL – Non oltre 8 giornate e accesso legato alle competizioni nazionali anche per quei quattro posti in più che si verranno a creare. É la ferma posizione espressa dalle Leghe Europee (European Leagues), che si sono ritrovate oggi in assemblea generale a Istanbul, in vista della nuova Champions che partirà nel 2024. Per quanto riguarda l’Europa Leagueil numero delle partite che i club giocheranno nella cosiddetta fase di girone deve essere limitato a 8. Questo sostanziale cambiamento nel calendario della Champions comporterà già un aumento di oltre il 50% del numero totale di partite che si giocherà in Champions in una singola stagione e un ulteriore incremento danneggerebbe le competizioni domestiche e la grande maggioranza dei club in Europa a beneficio di pochi“.

Rivoluzione Champions dal 2024: "Ci saranno le Final Four"

Guarda il video

Rivoluzione Champions dal 2024: “Ci saranno le Final Four”

I posti extra

Ci saranno, poi dei posti extra – le squadre qualificate saliranno da 32 a 36 – e la soluzione proposta della Leghe è la seguente: “Dovrebbero essere assegnati soltanto ed esclusivamente attraverso la qualificazione diretta nei campionati. Siamo assolutamente contrari all’introduzione del cosiddetto “European Performance Spot Coefficient” che rappresenterebbe una ingiustificata seconda opportunità per pochi club di andare in Champions nonostante abbiano mancato la qualificazione diretta nei rispettivi campionati. I meriti sportivi nei campionati nazionali devono restare l’unica via di accesso per le competizioni europee. É un principio chiave del modello sportivo europeo che non può essere compromesso“.

Precedente Bologna, tattica in vista della Roma. Terapie per Dijks, differenziato per Kingsley Successivo Domani torna in campo la Serie A: tutte le probabili formazioni del 35° turno

Lascia un commento