Leao: sogno Champions, il messaggio di Ibra, gli addii di Tonali e Maldini

Il Milan lavora e programma la prossima stagione. I rossoneri, dopo la partenza sofferta ma remunerativa di Sandro Tonali, stanno mettendo a segno colpi su colpi per regalare a Stefano Pioli la rosa migliore possibile: ultimo, in ordine di tempo, Chukwueze.

Un Milan che ha perso un tassello importante, ma ha confermato tutti gli altri assi della squadra, a partire da Rafael Leao. Il portoghese, fresco di rinnovo di contratto, sarà uno dei punti cardine per i rossoneri nella prossima stagione. E proprio Leao, ai microfoni di Sky Sport, ha raccontato il momento in casa Milan.

Leao e il rinnovo

Tanti gli argomenti toccati da Leao, a partire dal rinnovo con il club: “Con il Milan un patto d’amore e non numerico. Nella mia testa avevo già preso la decisione, non ho pensato tanto. Era solo una questione di ‘timing’. Prima della firma del contratto volevo conquistare la finale di Champions League ma non ci siamo riusciti. In generale è stato un anno importante per me, perché ho dimostrato quello che so fare. Se ho firmato per cinque anni, vuol dire che voglio stare qui. Il progetto è molto importante, ci sono molti giovani e qui posso crescere ancora per arrivare al mio obiettivo: vincere molto. Dobbiamo vincere un trofeo. Dobbiamo allenarci e capire quello che vuole il mister per fare una stagione da grande squadra. Da quello che ho visto col Real, abbiamo una squadra molto forte“.

Romero o Dybala? La magia da fuori area in Milan-Real Madrid

Guarda la gallery

Romero o Dybala? La magia da fuori area in Milan-Real Madrid

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Salvataggi, inserimenti e gol: il meglio di Toloi con l'Atalanta Successivo Menez riparte dal Bari: "È la piazza giusta per me. L'Italia è la mia seconda casa"