Leao, conto aperto con Sommer: vuole il riscatto nel derby Inter-Milan

MILANO – Se Pioli cerca certezze, la più rassicurante è sempre Leao. Soprattutto ora, con la diapositiva pre-sosta di una rovesciata straordinaria per stendere la Roma, e un tridente che qualche interrogativo lo lascia in partenza. Va così, quando c’è di mezzo la sosta. Ma il portoghese è quel tipo che non va mai per il sottile. Ricapitolando: Giroud corre verso il derby ma non può ancora essere avvolto dalla certezza di giocarlo. Pulisic sta tornando solo in queste ore dagli Stati Uniti e avrà al massimo un paio di allenamenti – al netto del fuso orario – nelle gambe, mentre Chukwueze spera ancora in un posto da titolare. Perciò è sempre Leao il miglior interprete di un reparto che, in ogni caso, finora non ha mai steccato. Il Milan a punteggio pieno, che ha appena ricavato il primo gol dal portoghese, cerca di rompere la maledizione da derby che è stata una tremenda regola del 2023 e contende il primato ai cugini: neanche a dirlo, l’ultimo gol rossonero in una stracittadina lo segnava proprio Leao. Un anno fa, ma nel frattempo di derby ne sono passati altri quattro e tutti disastrosi per il Milan. Ma adesso forse è arrivato il derby giusto, quello in cui l’impennata riuscirà anche a Leao. Garanzia rossonera aspettando una ripresa in cui il Milan avrà il proprio ciclo di ferro. La stracittadina in questo senso vale una buona fetta di credibilità. 

Il Milan punta su Leao

Una rovesciata allunga il primato e lo aggiunge ai contenuti da derby. Leao è anche questo, per la dimostrazione pratica l’appuntamento è a sabato sera. Proprio come quella volta in cui, anche senza segnare, Leao era il braccio armato di Ibrahimovic autore di una doppietta. Con il tempo, anche Leao ha imparato a farsi sentire in un derby. Un anno dopo l’ultima vittoria rossonera contro l’Inter, Leao non vuole andare per il sottile. Sorreggerà il reparto, anche stavolta, è solo nelle prossime ore il portoghese saprà se avere Giroud o Jovic come puntero designato vicino a lui. Intanto Olivier, che sta smaltendo i problemi alla caviglia, anche ieri ha provato ad accelerare. Come da programma, Giroud ieri ha svolto un allenamento personalizzato. Al momento delle prove tattiche rossonere in vista del derby, dovrebbe essere regolarmente in gruppo. Mentre Leao, che è appena rientrato dalla nazionale, si è regolarmente allenato come Krunic, Maignan, Theo Hernandez e Thiaw. A Milanello oggi si uniranno al gruppo sia Pulisic che Musah. Mentre Leao anche in nazionale ha carburato per essere in forma nel giorno del derby

Leao, conto aperto con Sommer

In più, a Leao è già successo di segnare a Sommer: bisogna tornare indietro di appena qualche mese, il Mondiale in Qatar è stato anche un buon trampolino per la carriera in nazionale del portoghese. Sfida senza storia, negli ottavi contro la Svizzera: al milanista bastarono cinque minuti dall’ingresso in campo per segnare il 6-1 del Portogallo. Sabato promette il bis a un portiere che invece vivrà il suo primo derby di Milano


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente “Eri forte papà”: da Simeone a Thuram, è boom di figli d'arte in Serie A Successivo Mbappé saluta Verratti: "Ho il privilegio di aver fatto una cosa"