Le wags e l’assurdo racconto della vita in Arabia: “Urla, insulti e non solo”

Arabia Saudita e calcio, le rivelazioni shock delle wags

Alcune wags che hanno fatto diverse rivelazioni al Daily Mail hanno scelto di mantenere l’anonimato: È molto difficile per le donne approdate in Arabia Saudita, soprattutto se per la gente del posto non sei vestita adeguatamente. In un’occasione sono stata sgridata solo perché si vedevano le spalle e parte delle gambe. Non possiamo indossare pantaloncini in pubblico, nonostante il caldo. Non puoi indossarli nemmeno in spiaggia. E se lo fai, le persone ti guardano come se ti odiassero. Può essere molto intimidatorio“. Un’altra ha aggiunto: Sono stato allontanata dai centri commerciali solo perché la parte superiore delle mie braccia e le mie spalle non erano coperte e si poteva vedere parte del mio petto perché indossavo un giubbotto. La gente mi ha detto di tornare quando mi fossi vestita adeguatamente. A volte le donne ti urlano insulti e può essere molto spaventoso. Quando si tratta di donne, qui la cultura è molto diversa e sono molto rigidi. Se non sei abbastanza coperta, potresti vivere dei momenti difficili quando esci“. Mentre una terza wags ha raccontato: “Non puoi comportarti in ??modo naturale come in Occidente. Devi stare in guardia ogni volta che esci, quindi tendi a non uscire“.

Precedente Oggi in TV, Premier League e Liga: in campo United e Real Madrid Successivo Roma, Baldanzi può restare fuori dall’Europa League: ecco il motivo

Lascia un commento