Le Fée in pressing con il Rennes: tutti i dettagli

Enzo Le Fée ha in testa solo la Roma. Questo fattore ha un peso enorme nella trattativa che sta andando avanti con il Rennes. Il centrocampista ha già fatto sapere a Ricky Massara di voler essere ceduto e a breve parlerà anche con l’allenatore Julien Stephan per confermare la sua decisione. Il concetto è chiarissimo: Le Fée conta di sbarcare a Roma il prima possibile, forse in tempo per il primo giorno del ritiro, fissato per l’8 luglio. Si sente pronto per lasciare la Francia dopo l’annata complicata al Rennes e la lunga militanza al Lorient. Spera di cambiare aria subito, di misurarsi con un campionato diverso, anche perché è rimasto colpito dal progetto della Roma. Massara ha sentito il suo calciatore convinto e si sta già cautelando allacciando rapporti con il Leeds per arrivare Glen Kamara, sulla carta il sostituto di Le Fée nella rosa del Rennes. 

Roma, Le Fée e il braccio di ferro con il Rennes

Le Fée viaggia spedito verso la Roma. Non vede l’ora di ricevere la telefonata del via libera per prendere un volo destinazione Italia. Ma andiamo per ordine perché questo è un braccio di ferro. Dopo i primi approcci, Ghisolfi, profondo conoscitore del calcio francese, ha offerto al Rennes circa 15 milioni di euro (bonus inclusi) per il cartellino di Le Fée. Offerta respinta categoricamente. Ma per un semplice e unico motivo: un anno fa il Rennes ha speso 20 milioni per strapparlo al Lorient. L’idea dall’altra parte della barricata è di non centrare una minusvalenze importante. Traduzione: la Roma in parte si aspettava una risposta del genere, un “no” che poi era un “sì, ma aggiusta il tiro”. Quindi, nelle prossime ore, Ghisolfi alzerà la proposta raggiungendo quota 18-19 milioni (bonus inclusi). E se sarà necessario arriverà anche a 20 milioni, chiedendo un pagamento dilazionato. In modo tale da pareggiare la spesa che il Rennes ha sostenuto dodici mesi fa per Le Fée. Il club francese, a quel punto, si troverà davanti ad un bivio: accettare l’offerta della Roma oppure trattenere a forza il centrocampista, rendendolo infelice e togliendolo dal mercato (non ha la fila). Massara non può tirare troppo la corda dato che ha una squadra da Europa che però non la giocherà. Infatti, il Rennes ha chiuso la scorsa stagione al decimo posto: in linea generale l’imperativo è ridurre sia il monte ingaggi che il parco giocatori. Le Fée, intanto, sta con la valigia in mano…  


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Pogba torna a parlare: “Non sono finito. Juve? Ho un contratto ma c’è silenzio” Successivo CALCIOMERCATO INTER NEWS/ In tre in Arabia per fare spazio a Gudmundsson? (2 luglio 2024)

Lascia un commento