Lazio, un tris di nomi per il vice-Immobile. Ecco chi sono

Il centravanti ha recuperato e con il Lokomotiv ci sarà, ma resta aperta la caccia a un sostituto: occhi puntati sui giovani Botheim e Sesko, spunta anche il capitano dell’under 21 tedesca Burkardt

Problema risolto nel presente. Ora va sistemato anche per il futuro. Ciro Immobile sta bene, ha recuperato dall’edema al polpaccio (dovuto a una botta subita contro la Salernitana) ed è a disposizione per la trasferta di Mosca con la Lokomotiv. Ieri, in allenamento, ha dimostrato di essere già in ottime condizioni segnando 4 gol nella partitella a campo ridotto. I numeri però dimostrano che quello relativo a Immobile è un problema che non può più esser rinviato o ignorato.

I numeri

—  

In questa stagione la Lazio è rimasta a secco di gol (e di punti…) in entrambe le partite saltate dal capitano. Da quando è alla Lazio Immobile è stato indisponibile in 27 gare, nelle quali sono maturate 13 sconfitte, 7 pareggi e 7 vittorie. Una media di 1,03 punti a partita con un campione così ampio di partite (27 appunto), dimostra che in assenza del suo centravanti la Lazio va in grande difficoltà. Per la gara con la Lokomotiv Sarri, avendolo recuperato, ha risolto il problema, ma va trovato un sostituto all’altezza.

Il mercato

—  

Muriqi, pagato circa 20 milioni, non è riuscito a convincere: appena 2 gol in 44 presenze, non può essere lui a sostituire Immobile in caso di assenza. Per questo sabato, contro la Juve, Sarri ha provato Pedro come finto 9. Resta però il problema che senza il capitano tutta la squadra deve stravolgere la propria filosofia di gioco. Non è mai un bene. Per questo, nel caso in cui la società riuscisse a piazzare Muriqi a gennaio (potrebbe tornare al Fenerbahce), si investirebbe su un altro attaccante. Piace Erik Botheim, 21enne norvegese del Bodo che si è messo in mostra in Conference League contro la Roma (3 gol in 2 partite) e che nel campionato norvegese è quarto nella classifica marcatori con 14 reti in 27 apparizioni (è anche i più giovane cannoniere fra i primi 14 del torneo). Occhi puntati anche su Sesko, 18enne del Salisburgo: il club austriaco venderà però al massimo due fra lui, Adeyemi (su di lui è forte il Dortmund) e Okafor. Per prenderlo, quindi, la Lazio dovrebbe muoversi prima che vengano cedute le altre due punte, o verrebbe tolto dal mercato. L’ultimo nome è quello di Jonathan Burkardt, 21enne del Mainz. Capitano della nazionale U21 tedesca (campione d’Europa in carica), in questa stagione ha già segnato 6 gol in Bundesliga e 3 nella coppa nazionale. Forte fisicamente, è anche tecnico e veloce (ma non fortissimo di sinistro). Può essere lui la soluzione al problema in attacco della Lazio. Problema risolto nel presente, col recupero di Immobile, ma che va sistemato per il futuro.

Precedente "Mancini ha rifiutato il Manchester United" Successivo LIVE Alle 16.30 Spartak-Napoli, Spalletti schiera Mertens con Petagna

Lascia un commento