Lazio, Sarri: “Il ministro francese ha detto una cazzata. Qui sto benissimo”

MARSIGLIA – La Lazio non può sbagliare per evitare di complicarsi i piani in Europa League. Al Velodrome deve fare risultato contro un Marsiglia carico e voglioso con lo stesso obiettivo in testa: portare a casa i tre punti. In conferenza stampa, il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri, ha parlato della sfida con i francesi e del momento: “Mi aspetto una partita difficile, all’andata il Marsiglia ha dimostrato grande doti di palleggio Attaccano con un modulo, difendono con un altro. Hanno qualità tecnica, ma è da folli venire qui al Velodrome e aspettarsi una partita facile. La Ligue 1 è un campionato simile alla Serie A e nelle eccellenze forse anche meglio. Il futuro? Si valuterà nella prossima settimana, se Lotito la penserà così. In questi giorni abbiamo tanto da fare, ma alla Lazio sto benissimo. Le persone che lavorano qua mi piacciono tantissimo, poi bisognerà sedersi con il presidente. La partita non è forse determinante ma dentro al girone può risultare decisiva. Match difficile, importante. Ad oggi però, non abbiamo dimostrato di essere forti su due fronti. E in campionato ci mancano quei punti per essere più alto, ma ormai siamo in ballo”.

Sarri: "Al Velodrome non esistono partite facili"

Guarda il video

Sarri: “Al Velodrome non esistono partite facili”

Sarri e le condizioni di Immobile

“Ciro, a prescindere dal virus intestinale che ha avuto, ha anche un problema al legamento collaterale esterno del ginocchio. Non pericoloso, ma dolente. Vediamo, stamani stava bene a correre sul dritto, non sui cambi di direzione. Non so se ce la farà. Se vogliamo crescere serve continuità e due partite non vuol dire averla. La squadra ha avuto la reazione dopo qualche figura di merda. Se le ultime partite sono passi in avanti, bene. Ma non parlo di risultati, ma di prestazioni. Siamo alla ricerca di questa continuità che è la base per il futuro, se vorremmo fare qualcosa di importante”.

Il caso tifosi e il turnover

“Il ministro francese? Se fossi in Lotito lo inviterei a vedere le partite della Lazio, si renderebbe conto di aver detto una cazzata. La formazione? Ancora non la so. Immobile è da valutare. Milinkovic sta bene, ma viene da sette partite di seguito comprese quelle con la nazionale. Domattina faremo tutte le valutazioni”.

Precedente Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 3 novembre Successivo Napoli, Zielinski: "In Polonia per vincere. E voglio segnare più gol"

Lascia un commento