Lazio, Sarri amaro: “C’è qualcosa che si spegne. Non facile trovare la soluzione”

LECCE – La Lazio apre male il 2023. Sconfitta contro il Lecce per 2-1, il gol in apertura di Immobile non è bastato. Strefezza e Colombo fanno partire la festa a Via del Mare. Nel post partita, ai microfoni di Sky Sport, Maurizio Sarri ha commentato amaro: “Trovare delle spiegazioni per stasera è difficile. Se fossero facili da capire le avremmo risolte. La squadra ha fatto 20’ di alto livello. Nel finale del primo tempo c’erano avvisaglie di una partita ‘sporca’, eravamo più bassi. Poi nella ripresa li abbiamo innescati noi. Lì ci siamo spenti e consegnati agli avversari. Con un approccio così finire con una sconfitta è difficilmente spiegabile. Il cambio di Milinkovic? Non volevo più cambiarlo. Prima del pareggio si parlava di toglierlo, poi no. Fatto un errore di comunicazione con lo staff tecnico. Siamo andati in confusione mentale come la squadra”.

L’analisi di Sarri

“Se il Lecce fa una buona partita e noi perdiamo vuol dire che siamo inferiori di quanto pensiamo di essere. Hanno alzato il ritmo con lo spiraglio aperto. Chiaro che quando ci hanno visti vulnerabili ci hanno sbranato. Quando ti scontri con questi problemi è difficile trovare la soluzione. In questa squadra c’è qualcosa che si spegne e si spande. La squadra ha momenti di passività e oggi si sono rivisti. Nei primi 30’ ho visto una delle migliori Lazio della stagione. Il periodo di stop? L’ho vissuto come una grande rottura di… Mi dispiace parlarne, io sono un fautore del boxing day. Lo spettacolo ci deve essere per giocare sempre, non stare fermo nel periodo più bello dell’anno come in autunno. Fermarsi è stato una bestemmia, il calcio mondiale non ha avuto indietro nulla”.


Precedente Udinese, Sottil rammaricato: “L'Empoli non ha toccato palla” Successivo Ecco perché Ayroldi ha annullato il gol a Dessers in Cremonese-Juve

Lascia un commento