Lazio, Pedro l’uomo in più: dati super nel derby

ROMA – Non se lo sognava nemmeno un derby così, Pedro. Protagonista assoluto in campo, mattatore nei festeggiamenti a fine partita, la Curva Nord che canta ‘Pedro, Pedro, Pe’ sulle note di Raffaella Carrà. Vederlo accanto all’aquila Olympia sembra uno di quei laziali ‘da sempre’. E invece è biancoceleste da poco più di un mese. Giusto 134 giorni fa segnava nella stracittadina contro la Lazio. Il destino si è rigirato e il fuoriclasse spagnolo, scaricato dalla Roma e accolto a Formello con entusiasmo, sta vivendo una nuova carriera.

La partita di Pedro contro la Roma

Indiavolato in attacco, efficace in difesa. Da gran campione aiuta la squadra anche dietro. Sembra ormai indispensabile per la Lazio di Sarri. Nel derby 29 passaggi riusciti, ovvero l’83% dei totali. Quindici i palloni giocati in avanti, 3 i recuperi. E fisicamente, nonostante una preparazione non fatta con la Roma perché fuori rosa, sta benissimo. I 34 anni non si sentono. Dopo Milinkovic, tra i biancocelesti è il giocatore che ha corso più chilometri nel derby (10.897 km). E il quarto per velocità sprint: 32.66 km/h. “Sono felice di essere arrivato alla Lazio, i tifosi mi hanno accolto benissimo e ho trovato una famiglia. Ho ritrovato Sarri e il suo calcio. Pressare in avanti, giocare la palla veloce e creare tante occasioni mi piace. È stata una partita bellissima”. Il nuovo vecchio Pedro sembrava al tramonto, invece sta vivendo una seconda giovinezza sempre a Roma, ma vestito di biancoceleste.

Lazio, festa derby sui social: tutti i messaggi dopo la vittoria

Guarda la gallery

Lazio, festa derby sui social: tutti i messaggi dopo la vittoria

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente Pioli: "I dettagli fanno la differenza. Momento no dell'Atletico? Non ci credo" Successivo Bagni: "Per lo scudetto solo Napoli, Inter e Milan"

Lascia un commento