Lazio, Pedro esalta Romero: “È speciale, io non avevo la sua testa a quell’età…”

Le parole di Pedro, intervenuto a pochi minuti dal fischio di inizio della gara con i brianzoli direttamente dall’Olimpico

Termina 1-0 la sfida della Lazio contro il Monza. I biancocelesti, si ritrovano così secondi in classifica ed ecco cosa ne pensa Pedro. Queste le parole dell’esterno ai canali ufficiali del club.

Le sue parole: “Si sapeva che sarebbe stata una partita molto difficile col Monza. Loro palleggiano tanto, mi è piaciuto molto com hanno giocato. Tutta la settimana l’abbiamo preparata, abbiamo fatto una partita solida e alla fine abbiamo trovato il gol. Questa è la cosa più importante. Vero che stiamo giocando tante partite e siamo un po’ stanchi, poi al derby abbiamo fatto un grande sforzo, ma alla fine questa voglia che abbiamo di vincere alla fine è la cosa migliore“.

Su Romero: “Non è un assist per Luka, ma io sono molto contento per lui come se avessi segnato io. Lui è un giocatore che mi piace tantissimo, è un talento molto speciale e penso che oggi ha gocato benissimo, è stato l’uomo della gara e per questo sono contento, è il mio compagno di camera e ha anche una mentalità molto buona per competere con tutti. è timido, ma quando entra in campo si trasforma. Impara da tutti e questo è buono, nemmeno io avevo questa testa alla sua età. Avrà un futuro molto importante qua. Non so se do l’esempio, Luka di certo ascolta tutti i consigli“.

Sul prossimo match: “Domenica? Io mi sento già pronto, normale essere stanchi, ma come ho detto prima questa voglia di vincere fa che la stanchezza si senta meno. La Juve ha tanto potenziale, ma dovremo fare una partita seria per vincere“.

Precedente Insigne segna, Grosso scappa: Frosinone in fuga, Ascoli furioso Successivo Milan, è ufficiale: Furlani nuovo a.d. del club rossonero

Lascia un commento