Lazio, operazione mercato: spunta anche Coulibaly

ROMA – Il mercato della Lazio è in fase preliminare. I primi nomi attendibili sono spuntati da Salerno e sono guardati con scetticismo nei dibattiti. Ma si è ancora all’inizio di ogni discussione reale con procuratori e giocatori. Il diesse Fabiani non si fa prendere dal batticuore, è abituato a ponderare, ad aspettare occasioni che possono fiorire all’apertura delle trattative. Delle idee esistono, saranno vagliate con Tudor a fine campionato, quando dovranno innanzitutto intendersi definitivamente su chi confermare e chi bocciare salvaguardando gli investimenti fatti in estate, tutti vincolati dall’acquisto già chiuso o obbligatorio.  

Lazio, le tracce da seguire

La Salernitana è una squadra che Fabiani conosce bene. La retrocessione favorisce l’immissione sul mercato dei pezzi migliori. E’ il caso di Dia e Tchaouna, centravanti e seconda punta. Ci sarà un contatto a breve per capire i costi dei cartellini. Ma i sondaggi non riguardano solo loro. Nella rete degli osservati sarebbe finito il centrocampista Lassana Coulibaly, 28 anni, 1,83 di altezza. Fabiani lo aveva preso dall’Angers nel 2021, nelle prime due stagioni è stato un mediano vigoroso. Quest’anno, come tutti, è andato al ribasso. La Coppa d’Africa e alcuni scontri con i tifosi hanno condizionato il suo rendimento. Era stato seguito da Napoli, Torino e alcuni club di Premier League e Ligue 1. La valutazione sarebbe di 7-8 milioni. La sensazione è che qualcuno arriverà da Salerno. Con Dia, Tchaouna e Coulibaly occhio a Lorenzo Pirola, difensore centrale, 22 anni, capitano dell’under 21. Anche lui è in uscita. Il diesse Fabiani ne ha parlato con Beppe Riso, il suo manager, nell’incontro svolto a Formello nelle scorse settimane.  

Gli altri nomi e il pupillo di Tudor

Spuntano spesso ex giocatori di Tudor, è il caso del difensore Coppola del Verona, 20 anni. C’è la necessità di rinforzare la fascia sinistra, continua a servire l’adattamento di Marusic. Zaccagni vuole giocare davanti ed è stato accontentato contro l’Empoli. A sinistra serve un cursore di fisico e gamba. Sul mercato finirà Gosens, ex Atalanta e Inter. Lascerà l’Union Berlino, a rischio retrocessione in Bundesliga. Servono idee, non solo soldi, ricordano da Formello. Pescare da squadre che sono reduci da stagioni difficili può sembrare anomalo, l’importante è che si cerchino giocatori di rendimento. Un rinforzo a sinistra, ma si sta ragionando anche su un acquisto a destra. Ieri è spuntato il nome di Emil Holm dell’Atalanta, non ancora riscattato dallo Spezia. C’è un’opzione. Il prestito oneroso era costato 2,5 milioni di euro, il riscatto è fissato a 8,5. Il prezzo del prestito fa pensare che l’Atalanta lo riscatterà. Se non accadrà diverrà un’opzione per altre società. Ha compiuto 24 anni ieri, è svedese, alto 1,91. Non solo Dia da centravanti. Dall’Austria è rimbalzato il nome di Marin Ljubicic, 22 anni, bomber croato del Lask, terza forza del campionato austriaco. Dodici gol nella Bundesliga, 15 totali considerando le Coppe. E’ alto 1,83, è cresciuto nell’Hajduk Spalato. La doppia permanenza di Castellanos e Immobile costringe la Lazio a valutare l’acquisto di una punta aggiuntiva, integrativa. Non troppo ingombrante, la gestione del turnover sarà ancora più difficile. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Lippi e la finale di Coppa Italia: "Juve capace di tutto. Noi vincemmo anche..." Successivo Thiago Motta, il bivio e le condizioni per il futuro: la Juve preme

Lascia un commento